Aprile 23, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Francia chiede all’Iran di “fermare immediatamente le sue attività destabilizzanti”

La Francia chiede all’Iran di “fermare immediatamente le sue attività destabilizzanti”

Colonna avverte che “il rischio di una conflagrazione regionale non è mai stato così alto” e dice che “nessuno prevarrà dall’escalation”

Madrid, 6 (Stampa europea)

Sabato, il governo francese ha invitato l'Iran e i suoi “seguaci” a “fermare immediatamente le loro attività destabilizzanti” per evitare di aggravare il conflitto in Medio Oriente, nel bel mezzo dell'attacco israeliano alla Striscia di Gaza dopo gli attacchi compiuti da Israele. . Il 7 ottobre, dal Movimento di Resistenza Islamica (Hamas).

Il ministro degli Esteri francese Catherine Colonna ha dichiarato: “Ho chiamato il ministro degli Esteri iraniano (Hossein) Amir Abdollahian e gli ho trasmesso un messaggio molto chiaro: il rischio che scoppi un conflitto regionale è più grande che mai”.

In un breve messaggio pubblicato sul suo account sul social network “X”, ha avvertito: “L'Iran e i suoi agenti devono fermare immediatamente le loro azioni destabilizzanti. Nessuno vincerà con l'escalation”.

Da parte sua, Amir Abdullahian, dopo la conversazione con Colonna, ha osservato che “l’Iran sostiene sempre la pace e la sicurezza”, e ha aggiunto che “il sostegno diretto della Casa Bianca ai crimini e al genocidio commessi dai sionisti a Gaza, così come alla” crescente insicurezza e attività incendiarie” degli Stati Uniti e del regime israeliano nella regione “Sono la ragione principale della mancanza di pace”.

Il ministro degli Esteri iraniano ha dichiarato: “Ho avvertito delle conseguenze pericolose di continuare questo comportamento”, sottolineando che “continuare la guerra a Gaza non è la soluzione”. Nel suo resoconto su X ha concluso: “Le due parti hanno sottolineato l’importanza di proseguire le consultazioni”.

Colonna ha poi confermato di “continuare le consultazioni sul Medio Oriente” attraverso un “dialogo utile” con il primo ministro e ministro degli Esteri del Qatar Mohammed bin Abdulrahman Al-Zani.

READ  Rielezione, una strada piena di ostacoli per Biden negli Stati Uniti

Ha concluso: “Gli obiettivi comuni tra i nostri due paesi sono il rilascio di tutti gli ostaggi (catturati durante gli attacchi di Hamas), la cessazione delle ostilità a Gaza e la creazione di una reale possibilità per la creazione di un'organizzazione palestinese stato.”

Il messaggio di Colonna arriva in un contesto di crescente tensione dopo l'uccisione del secondo uomo del braccio politico di Hamas, Saleh Al-Arouri, in un attacco imputato a Israele nella capitale libanese, Beirut, e l'uccisione di un alto funzionario della rivoluzione iraniana. Una guardia durante un bombardamento israeliano in Siria.

Allo stesso modo, ciò avviene nel contesto degli attacchi dei ribelli Houthi dello Yemen contro le navi nel Mar Rosso e delle milizie filo-iraniane contro le basi americane in Iraq e Siria, oltre agli scontri tra Israele e Hezbollah al confine. Libanese-israeliano.