Gennaio 16, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Lotteria di Natale spagnola torna come un balsamo ai tempi del Covid

Una vista della coda per acquistare la lotteria di Natale a Doña Manolita in Calle del Carmen a Madrid. EFE / Juan Carlos Hidalgo

Madrid, 19 dicembre (EFE). – “In caso di maltempo, buona faccia”, affermano gli acquirenti della popolare lotteria natalizia spagnola, le cui vendite sono crollate quest’anno mentre la sesta ondata di infezioni da coronavirus avanza senza sosta.
Questo straordinario sorteggio, tradizione da più di 200 anni e conosciuto anche all’estero, segna l’inizio delle celebrazioni natalizie in Spagna ogni 22 dicembre, anche se con restrizioni, e forse senza pubblico per il secondo anno consecutivo a causa di una forte ripresa infezioni.
Milioni di persone credono che la fortuna darà loro delle ricompense, quest’anno in più, sollievo finanziario ed emotivo, un balsamo in tempi difficili, non importa quanto piccoli.
Perché la Spagna deve affrontare gravi danni sociali ed economici dalla pandemia, che ha già causato circa 89.000 morti, secondo i registri sanitari ufficiali, e ha fatto precipitare l’economia del 10,8% nel 2020.
Un esempio di questa speranza è il caso dell’amministrazione di Doña Manolita de Madrid, una delle più famose lotterie del paese, intorno alla Puerta del Sol, nel cuore del centro storico della capitale.
Centinaia di clienti da qualsiasi parte della Spagna (e da altri paesi) possono aspettare ore e ore alla porta per i loro biglietti preziosi e biglietti della lotteria, per € 20 ciascuno ($ 22,5).
Ma otto giorni prima di questa estrazione natalizia, Donna Manoletta aveva già spedito in vetrina e online tutti i biglietti che aveva a disposizione. La stessa cosa è successa l’anno scorso, ma “non presto” e questa è la differenza, ha spiegato uno dei dipendenti dell’ente.
Più vendite
Il gruppo di Natale, che in genere rappresenta il 30% del totale dell’intero anno, è sceso dell’11% nella lotteria del 2020, secondo l’ente pubblico Loterías del Estado. All’epoca la vendita era ostacolata da restrizioni sociali, di viaggio e commerciali, ma ora è stata effettivamente eliminata.
La previsione complessiva è un aumento del 15% delle vendite quest’anno, spiega Borja Muniz, presidente dell’Associazione nazionale delle associazioni provinciali degli amministratori della lotteria (Annabal). Questo raggiungerà i 3.100 milioni di euro (3488 milioni di dollari), un importo simile a quello che era nel 2019 prima dello scoppio dell’epidemia.
Secondo questa organizzazione, circa 24 milioni di persone giocheranno quest’anno per vincere il primo premio di Natale, noto come “El Gordo”, che è di 400.000 euro fino al decimo (450.000 dollari), di cui il 18% va al tesoro pubblico come le tasse. Anche se possono essere consolati anche con molte altre persone in quantità minori.
“La vendita sta andando meglio di quanto pensassimo”, ha detto Angelica Segovia, che gestisce una lotteria sull’isola atlantica di Tenerife.
Consuetudini che non cambiano
E, come in altre occasioni, si moltiplica la richiesta di numeri o numeri dispari coincidenti con le date date.
Quest’anno è il 19921, riferito all’inizio dell’eruzione del vulcano Cumbre Vieja sull’isola atlantica di La Palma (19 settembre 2021); E lì si vendono altre figure, perché c’è una credenza popolare, quasi mai realizzata, che tocchi luoghi dove c’è sventura.
E in cerca di fortuna, cambiano e giocano i biglietti con familiari, amici e conoscenti, vengono acquistati nei negozi e nelle osterie, in ogni tipo di associazione, nei luoghi di vacanza o di transito…
Non a caso, lo slogan per la campagna pubblicitaria 2021 è “Condividiamo la nostra fortuna con chi condivide la nostra vita”, che mostra come si svolge questa lotteria in Spagna, la più popolare di tutte, con aspettative sempre alte.
Un altro anno si svolgerà al Teatro Real Madrid con il tradizionale sistema a due tamburi: uno con palline in gioco da 100.000 cifre e l’altro, molto più piccolo, con 1.807 premi. Saranno cantati, uno per uno, dagli studenti della Scuola San Ildefonso di Madrid.
Il valore dell’emissione delle banconote è di 3.440 milioni di euro (3.870 milioni di dollari), di cui il 70% distribuito sotto forma di premi.
Indipendentemente dal primo premio, il secondo sarà di 125.000 euro per il decimo, e il terzo distribuirà 50.000 euro, ad esso viene applicata la corrispondente ritenuta d’imposta, così come gli altri in misura minore.
E attenzione ai festeggiamenti, che possono essere un’importante fonte di trasmissione del Corona virus, perché la Spagna è a rischio contagio.
Gesù Lozano

READ  L'acquisto di Glovo renderà Delivery Hero redditizio nel 2022 | comp