Il pubblicazione Dall’iPhone 13 dello scorso settembre ha lasciato intendere un importante cambiamento nella riparazione di questi dispositivi. La riparazione è diventata più complicata e lo schermo è stato promesso di essere sostituito da una terza parte Questo disabiliterà la funzione di sblocco Face ID. Tuttavia, il cambiamento non è stato ancora analizzato in dettaglio. I ragazzi di iFixit hanno confermato che è necessario un nuovo microscopio per poter cambiare lo schermo e questo significa Grande cambiamento in questi strumenti da officina che può essere chiuso da iFixit.

iFixit conferma che il Face ID di iPhone 13 è disabilitato dopo la modifica dello schermo di terze parti

L’iPhone 13 si collega al suo schermo tramite questo minuscolo microcontrollore, in una situazione in cui i tecnici di riparazione spesso si riferiscono a una “catena”. Apple non ha fornito ai proprietari o ai negozi indipendenti un modo per personalizzare un nuovo schermo. I tecnici autorizzati con accesso al software proprietario, Apple Services Toolkit 2, possono far funzionare i nuovi monitor registrando la patch sui server cloud di Apple, sincronizzando il telefono e visualizzando i numeri di serie. Ciò dà ad Apple la possibilità di approvare o rifiutare ogni patch individualmente.

Articoli Correlati:

L’iPad “salva” la produzione di iPhone 13

Una mela Hack del sistema di riparazione di terze parti Con un solo colpo Disattiva Face ID con patch non autorizzate. Come puoi leggere nel comunicato iFixit, il nuovo iPhone 13 ha una serie di schermi che impediscono la riparazione senza previa approvazione della Grande Mela. Tuttavia, è stato trovato un metodo complicato per cambiare lo schermo per mantenere il sistema di blocco. Consiste nel trasferimento fisico di un truciolo saldato allo schermo originale all’oscillazione abilitante.

READ  Stai cancellando le foto da iPhone e non liberi spazio? Ecco cosa succede | stile di vita

In questo modo, Apple è stata in grado di compensare leggermente i sistemi di riparazione di terze parti e l’effetto che avrà sui sistemi di riparazione relativi a Apple Services Toolkit 2. è sconosciuto. È probabile che la maggior parte delle altre correzioni causi un messaggio di errore: “Riconoscimento facciale non disponibile”.