Maggio 22, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La multinazionale brasiliana JBS guadagna il 345% nel 2021

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 marzo 2022 – 23:21

Rio de Janeiro, 21 marzo (EFE). – La multinazionale brasiliana JBS, una delle più grandi aziende alimentari del mondo, nel 2021 ha ottenuto un utile netto di 20.486,6 milioni di reais (circa 4.181 milioni di dollari al cambio attuale). , il 345,5% in più rispetto al 2020, secondo il bilancio annuale pubblicato lunedì.

L’azienda ha chiuso il 2021 con un fatturato record di 350.695 milioni di riyal (71.570,4 milioni di dollari), in crescita del 29,8% rispetto al 2020, grazie all’aumento delle vendite locali che hanno coperto il 74,8% del totale commercializzato, contro il 25,2%. Le esportazioni lo hanno lasciato.

Secondo il bilancio, le multinazionali nel quarto trimestre 2021 hanno registrato utili per 6.473 milioni di riyal (1.321 milioni di dollari), in aumento del 5,3% rispetto a quanto ottenuto tra ottobre e dicembre 2020, ma in diminuzione del 14,7% rispetto al primo trimestre di quest’anno. Immediatamente precedente il quarto.

Anche l’utile operativo rettificato (Ebitda) ha battuto un record nel 2021, con una crescita del 54,5% rispetto al 2020, raggiungendo 45.662 milioni di riyal (9318 milioni di dollari).

“Questi risultati dimostrano la nostra eccellenza operativa, l’eccellente carico di lavoro dei nostri 250.000 dipendenti e la capacità di fornire allo stesso tempo ritorno e crescita a breve termine”, ha affermato Gilberto Tomazoni, CEO globale di JBS, citando il rapporto.

Secondo l’amministratore delegato, il 2021 è stato contrassegnato dal “porre le basi” per la crescita dell’azienda nei prossimi anni con una serie di investimenti che le hanno permesso di diversificare i propri prodotti.

READ  Wallbox inizia le negoziazioni alla Borsa di New York, in rialzo del 9%

In totale, la multinazionale ha investito 2,1 miliardi di dollari per acquisire sette società (Vivera, Huon, Rivala, Biotech Foods, Kerry Meats and Meals, King’s Company e Sunnyvalley Smoked Meats).

Il rapporto rileva che a dicembre 2021 il debito totale della società era di 16.578 milioni di dollari, il 30% in più rispetto alla fine del 2020 (12.682 milioni di dollari).

Il gruppo brasiliano, presente in più di 20 paesi, tra cui, oltre al Brasile, gli Stati Uniti, il Canada, il Regno Unito, l’Australia e la Cina, dispone di una gamma diversificata di prodotti, con opzioni che vanno dalle carni fresche e congelate alle piatti pronti.

La multinazionale vende anche pelletteria, prodotti per l’igiene e la pulizia, collagene e biodiesel, tra gli altri, che vengono distribuiti ai consumatori in quasi 200 paesi.

I suoi marchi includono Swift, Friboi, Seara, Maturatta, Cabaña Las Lilas, Pilgrim’s Pride, Gold Kist Farms, Pierce, 1855, Moy Park e Big Frango, tra gli altri. EFE

mat/cm/cpy

© EFE 2022. La ridistribuzione e la ritrasmissione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe, senza il preventivo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.