Dicembre 2, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La NASA restituirà il suo “enorme razzo lunare” all’edificio dell’assemblea, ritardando ancora una volta la missione Artemis I

L'immagine dell'articolo intitolato La NASA restituisce il suo enorme razzo lunare all'edificio dell'assemblea, ritardando ancora una volta la missione Artemis I

foto: Contenitore

E il terzo non era la magia della NASA. Dopo tre tentativi di caricare l’SLS con il propellente per un conto alla rovescia di prova, l’agenzia spaziale ha deciso di rimuovere il razzo dalla sua rampa di lancio e di restituirlo all’edificio di assemblaggio per sostituire la valvola difettosa e la guarnizione di tenuta dell’idrogeno. Nel sistema dell’ombelico.

La NASA ha annunciato lunedì in una conferenza stampa che se tutto andrà secondo i piani, il “razzo lunare massiccio” (come è stato recentemente chiamato SLS) sarà spostato dal Launch Pad 39B al Vast Vehicle Assembly Building (VAB). settimana.

L’SLS è andato dall’altra parte il 17 marzo per un “esperimento bagnato” incompiuto. Solo sette chilometri separano la rampa di lancio dal VAB, ma il razzo impiega sette ore per percorrere quella distanza a bordo del Crawler Transporter 2, dal momento delle missioni Apollo.

La prova sul bagnato è iniziata il 1 aprile. Se tutto fosse andato bene sarebbe finita 48 ore dopo, ma una serie di guasti ha impedito il completamento di uno degli ultimi passaggi: caricare il razzo con idrogeno e ossigeno liquido a temperature gelide per simulare il conto alla rovescia per il lancio.

Un problema con un gruppo di fan ha impedito il caricamento del razzo il 3 aprile e una valvola mal configurata sul lanciatore ha interrotto un secondo tentativo il 4 aprile. La NASA ha anche rilevato un malfunzionamento della valvola di ritegno dell’elio nella fase superiore dell’SLS.

Un terzo tentativo di caricare il missile è avvenuto giovedì della scorsa settimana. Le unità di controllo hanno iniziato a riempire un serbatoio di idrogeno liquido sullo stadio primario dell’SLS quando hanno trovato una perdita nell’ombelico tra il razzo e la torretta di servizio sul lanciatore mobile.

A peggiorare le cose, Air Liquide, che fornisce azoto gassoso alla rampa di lancio, ha avuto problemi in due dei tre tentativi di caricamento. L’azoto gassoso arriva nelle condutture da un impianto offshore al Kennedy Space Center, Viene utilizzato per pulire le parti dei missili come misura per ridurre il rischio di incendio durante il caricamento del carburante.

La NASA ha dichiarato alla conferenza stampa che la restituzione dell’SLS all’edificio di assemblaggio consentirà ad Air Liquide di aggiornare i suoi sistemi mentre l’agenzia spaziale sostituisce la valvola difettosa e risolve la perdita segreta.

Sebbene la NASA abbia completato con successo i passaggi precedenti per caricare il propellente, come la configurazione della piattaforma e del lanciatore mobile, e il funzionamento e la verifica dei sistemi di navicelle spaziali SLS e Orion, deve ancora risolvere i problemi. Nel trasportare carburante per passare finalmente al conto alla rovescia del simulatore. Il conto alla rovescia della simulazione si interromperà Immediatamente prima dell’accensione di quattro motori RS-25 dello stadio primario dell’SLS.

La missione Artemis I, che lancerà la navicella spaziale Orion su un volo senza pilota intorno alla Luna, era prevista per metà giugno. Ora che la SLS è tornata all’ovile prima di completare il test sul bagnato, superare quella finestra sembra impossibile. Secondo la NASA, è “improbabile” che vedremo un lancio prima di luglio 2022.

Naturalmente, l’idea per il test sul bagnato era di progettare fasi pre-lancio per cogliere questi potenziali guasti e assicurarsi che il razzo lunare e i sistemi terrestri fossero pronti per il decollo il giorno stesso. Ma è deludente che il primo lancio dell’SLS continui a essere ritardato dopo anni di pianificazione. La data di uscita originale era in 2016.

READ  Altoparlanti Samsung - Technocio