Febbraio 9, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La NASA scatta una foto senza precedenti di un buco nero che divora una stella (+ video)

Immagine: NASA.

Un telescopio della NASA ha osservato un buco nero supermassiccio al centro di un’altra galassia, a circa 250 milioni di anni luce dalla Terra, divorare una stella vagante che si era avvicinata troppo. La scoperta segna il quinto avvistamento più vicino mai osservato di un buco nero distruttore di stelle.. Recentemente hanno riferito che queste osservazioni possono aiutare gli scienziati a comprendere i comportamenti di alimentazione dei buchi neri più complessi.

Una volta che la gravità del buco nero ebbe completamente distrutto la stella, Gli astronomi hanno notato un aumento significativo della luce a raggi X ad alta energia attorno al buco nero. Ciò significa che quando la materia stellare è stata aspirata, ha formato una struttura surriscaldata sopra il buco nero chiamata corona. Il satellite Nuclear Spectroscopic Telescope Array (NuSTAR) è il telescopio spaziale più sensibile in grado di osservare queste lunghezze d’onda della luce e la vicinanza dell’evento fornisce una visione senza precedenti della formazione e dell’evoluzione della corona.

Il lavoro mostra come una stella è stata distrutta da un buco nero, un processo formalmente noto come evento di disturbo delle maree, può essere utilizzato per capire meglio cosa succede ai materiali catturati da uno di questi giganti prima che vengano completamente divorati. Lo studio è stato pubblicato su The Astrophysical Journal.

Gli eventi di disturbo delle maree sono una specie di laboratorio cosmico“È la nostra finestra su un feed in tempo reale da un buco nero supermassiccio in agguato al centro di una galassia”, ha detto il coautore dello studio Suvi Gezari, astronomo dello Space Telescope Science Institute di Baltimora, negli Stati Uniti.

READ  Analizziamo il nuovo Android Auto con interfaccia multifinestra

Nel video, come vengono “nutriti” i buchi neri?

(preso da RT in spagnolo)