martedì, Luglio 23, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

La nuova intelligenza artificiale di Apple esclude oltre il 90% degli attuali utenti di iPhone | tecnologia

Dopo quasi due anni di attesa, Apple è finalmente salita sul treno dell’intelligenza artificiale generativa (AI), con l’entusiasmante notizia annunciata dal CEO dell’azienda, Tim Cook, alla sua presentazione alla Worldwide Developers Conference (WWDC). Come ha affermato lo stesso Cook all’inizio del suo intervento: “Sono entusiasta delle nuove e profonde funzionalità che offriremo, che speriamo renderanno i nostri dispositivi più intelligenti e utili che mai”. Tuttavia, i dettagli forniti da Apple più avanti Parola chiave Sul loro sito web delineano la portata di questo salto tecnologico, che sarà disponibile solo per gli attuali utenti di iPhone che possiedono uno dei due modelli più potenti – 15 Pro e 15 Pro Max – e che nel 2024 raggiungerà solo coloro che parlare e scrivere in inglese americano.

Il nuovo sistema Apple Intelligence e l’atteso profondo rinnovamento di Siri – che arriverà in autunno, e in fase di test, con il nuovo iOS 18 – lasceranno indietro oltre il 90% degli attuali utenti iPhone, se non acquisteranno un nuovo smartphone . In assenza di dati ufficiali da parte della stessa società tecnologica, le stime ne indicano l’esistenza Circa 1,5 miliardi di utenti iPhone attivi in ​​tutto il mondo; Diversi analisti stimano che l’iPhone 15 Pro e Pro Max, i più venduti al mondo, potrebbero già essere così Quasi 100 milioni di unità. Pertanto, questa percentuale non raggiungerà nemmeno il 7% del totale degli utenti di telefoni cellulari Apple; Da quella percentuale dobbiamo escludere, per il momento, il pubblico non americano.

Di questi due modelli, tra i 24 modelli compatibili con il nuovo sistema operativo iOS 18, saranno in grado di implementare le funzioni di Apple Intelligence, come riassumere tutti i tipi di documenti e note, suggerire risposte ai messaggi, correggere lo stile dei testi e trascrizione delle telefonate. – Funzionalità già offerte da altri giganti della tecnologia o addirittura crea nuove emoji e immagini da zero con poche semplici istruzioni. Anche il resto degli iPhone non avranno accesso alla rinnovata Siri, che sarà in grado di comprendere meglio le richieste, mantenere il filo della conversazione con l’utente o chiedere a ChatGPT di risolvere eventuali domande fuori dalla sua portata. La spiegazione che Apple ha fornito nella sua presentazione di lunedì è che per aggiungere questa “intelligenza personale” – come la chiama l’azienda, piuttosto che intelligenza artificiale – e mantenere la privacy, l’immediatezza e la semplicità d’uso, l’elaborazione deve avvenire sul telefono stesso. ; Solo i modelli con processori A17 Pro (o versioni successive) sono in grado di eseguire Large Language Models (LLM) che supportano l’intelligenza artificiale generativa.

READ  Discord è meno costoso e più redditizio e il suo ultimo aggiornamento vuole brindare a Patreon

Oltre ai telefoni, Apple Intelligence e il nuovo Siri arriveranno anche su tablet e computer con processori Apple M1 o superiori. Nel caso degli iPad, ciò trarrà vantaggio dal fatto che cinque dei 15 modelli saranno compatibili con iPadOS 18; Mentre 13 dei 18 modelli di PC compatibili con macOS 15 Sequoia saranno in grado di mantenere la promessa di Cook di essere “più intelligenti e utili che mai”. Apple ha iniziato a vendere Mac con questi processori nel 2020, iPad Pro nel 2021 e iPad Air nel 2022. Tutti i modelli di iPad mini e iPad Asciugare Sono stati esclusi dalle nuove funzioni smart.

Inoltre, questo salto verso l’intelligenza artificiale generativa non raggiungerà gli occhiali per realtà mista Vision Pro, anche se è uno dei dispositivi più recenti e avanzati di Apple ed è dotato di un processore M2 con capacità più che sufficiente.

Posti di lavoro promettenti, ma a medio termine

Anche se era previsto anche sull’Apple Watch – dove l’assistente è peggiore dell’iPhone – e sugli HomePods – che si controllano solo con la voce attraverso “Ehi, Siri”, proprio come i sistemi vocali che rispondono alle chiamate. Da “Alexa” o “OK, Google”: per ora la nuova Siri non arriverà su orologi, altoparlanti intelligenti o lettore video di Apple.

L’azienda non ha fornito alcuna informazione sulla possibilità che i modelli attuali di diverse piattaforme che non rientrano nel nuovo sistema di intelligenza artificiale possano accedere in futuro a qualsiasi delle sue funzioni, sia tramite l’elaborazione sul dispositivo stesso sia tramite l’accesso alla stessa rete. Dal cloud computing privato che Apple ha appena introdotto, che utilizzerà per risolvere richieste di intelligenza artificiale generativa più complesse. Inoltre non ci sono dettagli su quando queste funzioni arriveranno in altre lingue come lo spagnolo, e il colosso della tecnologia avverte solo di quanto segue: “Apple Intelligence sarà disponibile in versione beta questo autunno in inglese americano. “Alcune funzionalità aggiuntive, piattaforme software e lingue verranno aggiunte nel prossimo anno.”

READ  La NASA ha individuato Godzilla in una nebulosa giusto in tempo per Halloween

L’assenza della nuova Siri negli smartwatch e negli altoparlanti ha deluso le aspettative di alcuni degli analisti più esperti del mondo Apple. Jason Snell, Sei colori Ed ex redattore di una rivista macworld, Annunciato ore fa Parola chiave: “Quando esco a fare una passeggiata, di solito vado solo con il mio Apple Watch e gli AirPods. In teoria sono coperto da Siri, ma generalmente non le parlo mai perché è inaffidabile.” [en el reloj]”. Mark Gorman, da Bloombergche ha ottenuto la fuga dettagliata di tutti i principali annunci per Parola chiave Pochi giorni fa aveva previsto che l’impegno di Apple nei confronti dell’intelligenza artificiale avrebbe portato un vantaggio L’azienda può fornirlo su tutti i suoi dispositiviora mette in guardia contro di esso Questo processo richiederà anni prima che i suoi risultati appaiano e siano completati. Per ora, “non farà altro che dare un grande impulso alle vendite dei nuovi iPhone quest’anno”.

Puoi seguire Tecnologia dei bassi In Facebook E S Oppure iscriviti qui per ricevere il nostro Newsletter settimanale.

Nevio Buratti
Nevio Buratti
"Evangelista di zombie dilettante. Creatore incurabile. Orgoglioso pioniere di Twitter. Appassionato di cibo. Internetaholic. Hardcore introverso."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles