Maggio 20, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La partenza del deputato mette in crisi la coalizione di governo israeliana

Nell’annunciare la sua decisione, Silman ha alluso alle sue divergenze con il ministro della Salute Nitzan Horowitz, il leader del partito di sinistra Meretz.

Ora il governo ha 60 seggi in circolazione, lo stesso numero di seggi conquistati dall’opposizione nel voto di Silman.

Per ora la politica appartiene a Yamina, l’organizzazione guidata dal primo ministro ultranazionalista Naftali Bennett, ma presumibilmente rinuncerà alla sua affiliazione nelle prossime ore.

Secondo il Jerusalem Post, la formazione del partito di opposizione Likud ha assegnato a Silman il decimo posto nella sua lista elettorale e nella cartella sanitaria in caso di formazione di un nuovo organo esecutivo.

Yair Golan, viceministro dell’Economia e legislatore di Meretz, ha accusato Silman di essere opportunista e ha affermato che la sua posizione metteva in pericolo la stabilità dell’alleanza.

Il rappresentante Moses Raz ha parlato in modo simile, avvertendo che Israele è ora in pericolo a causa di un governo nazionalista estremista e corrotto.

Da parte sua, l’ex primo ministro e leader dell’opposizione Benjamin Netanyahu si è congratulato con Silman.

La variegata coalizione di governo è composta da gruppi di estrema destra, di centro, islamisti e di sinistra, tutti uniti nel rifiuto del ritorno al potere di Netanyahu, che guida il Paese da 15 anni, 12 dei quali senza interruzioni.

Il Times of Israel ha avvertito che ora Bennett può approvare leggi solo con il sostegno della Joint List dell’opposizione, una coalizione di piccoli partiti arabi e di sinistra, ma che così facendo porterebbe a una maggiore opposizione da parte dei legislatori di destra che ancora lo sostengono .

Il quotidiano ha commentato che i due vice di Yamina, Amichai Chakli e Ayelet Shaked, che è il ministro degli interni, potrebbero seguire le orme di Silman.

READ  Tribuna dell'Avana

poesia / rapina