Febbraio 1, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Polar lancia una campagna per difendere l’autenticità dei suoi prodotti

Sotto l’accusa dell’autenticità di alcuni capi, La Polar ha lanciato una campagna pubblicitaria sottolineando il modello di business che hanno implementato attraverso il modello di outlet “Super Brands, Super Price”, attraverso il quale cercano la portata dei propri clienti. Prodotti di marca autentici acquistati su siti Web ufficiali di tutto il mondo.

A questo proposito, ha sottolineato Manuel Severin, direttore generale di La Polar, “Ci siamo preoccupati di confermare che tutti i prodotti che vendiamo sono originali e che abbiamo i documenti che comprovano questa condizione. Con questa campagna vogliamo andare oltre e difendere il modello outlet Il nostro prezzo speciale – scontato, con il quale cerchiamo di ampliare l’accesso all’abbigliamento di marca attraverso importazioni dirette che, generando maggiore concorrenza, è di diretto vantaggio per il consumatore, in quanto consente di offrire questi prodotti originali a prezzi ragionevoli .”

La campagna si concentra sul concetto di “i marchi vivono in chi li usa”, attraverso il quale si cerca di sottolineare l’importanza dell’accesso del consumatore a prodotti più originali di marchi noti. Inoltre, attraverso uno spot pubblicitario, La Polar assicura che “faremo sempre del nostro meglio affinché tu abbia i migliori marchi originali al mondo al miglior prezzo possibile”.

A complemento, La Polar ha lanciato una sezione sul suo sito Web www.lapolar.cl/superMarcas.html in cui vengono forniti tutti i dettagli dei prodotti “Super Marcas, Super Precios”, spiegando l’intero processo, dalla sua origine nel fabbriche autorizzate dai diversi marchi, fino al suo arrivo nei negozi.

Secondo Manuel Severin, “Con questo cerchiamo di spiegare in dettaglio il modello conosciuto in tutto il mondo come off price o outlet, che è valido in varie catene in tutto il mondo come Marshalls, Ross e TJ Maxx, tra gli altri, un modello di strategia che non solo è consentito dalla legge cilena, ma riesce anche a facilitare l’accesso ai prodotti di marca per l’intera popolazione.

READ  Cemex utilizzerà i rifiuti 3M come combustibile alternativo a Panama

class action

Si ricorda che il 13 dicembre SERNAC ha intentato una class action contro La Polar per vendita di abbigliamento contraffatto e per mancanza di informazioni ai consumatori sui capi che vendeva.

“La decisione di notifica è stata assunta in considerazione della gravità dei fatti e dopo le informazioni raccolte nell’istruttoria, e dopo essere stati chiamati a deporre dai rappresentanti del multistore, i legali rappresentanti in Cile di Adidas, Columbia e Forus; rispondendo informazioni fornite da altre istituzioni pubbliche; l’ente governativo ha affermato che, tra l’altro, una denuncia penale della dogana riguardante il presunto reato di contrabbando e ispezioni in loco e a distanza da parte del SERNAC a Santiago e Concepción, e le affermazioni dei consumatori loro stessi.

Come ha precisato, “SERNAC stima che ci siano prove sufficienti per dimostrare che La Polar commercializza abbigliamento non autentico o autentico, almeno dal 2020, con marchi di etichette ben noti come Columbia Sportswear, che sono stati esplicitamente riconosciuti da La La stessa Polar División in un accordo con la suddetta società nel 2021, annunciando di aver acquistato “in buona fede” prodotti non originali da un fornitore estero e aggiungendo quanto sopra a informazioni supplementari, come dati e informazioni di base al pubblico dominio.”

Allo stesso modo, la Fondazione ha osservato che “La Polar ha commercializzato abbigliamento di marchi come Adidas AG, Under Armour Inc. e Levi Strauss & Co., ma secondo i dati dei marchi stessi, le procedure e le ispezioni del Servizio doganale nazionale e altre informazioni disponibili, non sarà Ha un aspetto originale o autentico, perché tali attributi non sono stati approvati dal grande magazzino.”