Ottobre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La produzione di biciclette è aumentata dell’8,8% nella prima metà del 2022

La produzione di biciclette è in crescita nella prima metà del 2022. Il valore della produzione di biciclette nei primi sei mesi del 2022 è stato di 126,4 milioni di euro, un importo che rappresenta Aumento dell’8,8%. Rispetto allo stesso periodo del 2021, secondo i dati provvisori del Ministero dell’Industria, Commercio e Turismo pubblicati lunedì scorso.

L’aumento si è verificato dopo tre mesi consecutivi di calo. Ad aprile la produzione è scesa del 23,4% a 16,9 milioni di euro. a maggio il 15,8%, fino a 23,9 milioni di euro; Mentre a giugno era del 13,9% a raggiungere i 21,4 milioni di euro. Nel secondo trimestre il calo è stato del 17,4%, a 62,2 milioni di euro.

Tuttavia, il dato accumulato per i primi sei mesi dell’anno è stato positivo grazie a con un incremento del 57,2% nel primo trimestre dell’annoquando il valore della produzione di biciclette ammontava a 64,2 milioni di euro.

Nel 2021, la produzione di biciclette ha registrato incrementi a doppia cifra in ogni mese dell’anno e, di fatto, ha battuto il proprio record a dicembre, con un fatturato di 248,8 milioni. Dopodiché, il settore è tornato a registrare incrementi, ma Da aprile la tendenza è cambiata.

Nella prima metà del 2022 sono state prodotte in totale 171.218 bicicletteUn importo che rappresenta una crescita del 4,1% rispetto allo stesso periodo del 2021. Il risultato segue una crescita del 31,6% nel primo trimestre e un calo del 14,2% nel secondo trimestre, raggiungendo 84.600 unità prodotte nel periodo. D’altra parte, a giugno sono state prodotte 30.082 unità, con un calo del 5% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Nel mese precedente il calo è stato del 34,6%, anche se la crescita è stata dello 0,3% ad aprile.

READ  Scherzer domina i Reds. I Dodgers prevalgono

Il prezzo medio per una bicicletta prodotta nel primo semestre era di 738 euro E a giugno al prezzo di 711 euro. Il prezzo medio nel 2021 era di 747,8 euro, mentre prima della pandemia tale importo era di 548 euro.

Il settore prosegue quindi nella stessa direzione: Il numero di unità non cresce nella stessa proporzione del valoreEcco perché la Spagna continua a scommettere su biciclette di qualità. I dati mostrano invece un rallentamento del boom delle biciclette, rispetto allo scorso anno, quando le fabbriche si sono dovute adeguare alla domanda di biciclette causata dalla pandemia.

Inoltre, le aziende hanno dovuto adattarsi ai problemi causati dal Covid-19 e spostare parte della loro produzione sul mercato locale a causa di problemi di filiera. Un altro problema che interessa attualmente i produttori è l’aumento dei costi di fornitura.

Secondo l’Associazione spagnola dei marchi di biciclette (Ambe), il mercato delle biciclette ha aumentato il proprio fatturato del 10,8% nel 2021, a 2887,9 milioni di euro. Nel mercato spagnolo delle biciclette sono stati gestiti 3.028 punti vendita, riparazione o noleggio di biciclette, con un aumento dell’1,6% rispetto all’anno del Covid-19.