Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Repubblica Democratica del Congo e il Ruanda optano per il dialogo per allentare le tensioni diplomatiche tra di loro

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 lug 2022-07:02

Luanda, 22 luglio (EFE). – I ministri degli Esteri della Repubblica Democratica del Congo e del Ruanda hanno concordato di tenere colloqui per “ristabilire il clima di fiducia” tra i due Paesi in un nuovo incontro in Angola, dopo le tensioni su Kigali. In una dichiarazione la scorsa notte, hanno annunciato il loro presunto sostegno al gruppo ribelle M23.

“Le due parti hanno convenuto di affrontare gli obiettivi della tabella di marcia (firmata dai presidenti della Repubblica Democratica del Congo e del Ruanda il 6 luglio), compreso il ripristino di un clima di fiducia tra i due Paesi e la creazione di condizioni ottimali per il dialogo”, il documento detto. compresso.

Il ministro congolese Christophe Lutendula Abala Benabala e il suo omologo ruandese, Vincent Perrota, hanno anche chiesto che una nuova forza militare regionale venga dispiegata “senza indugio” nella RDC orientale per combattere i gruppi ribelli dell’M23 e le forze democratiche per la liberazione dell’Iraq. Ruanda (FDLR).

Allo stesso modo, le due parti hanno chiesto al presidente dell’Angola, Joao Lourenço, che ha mediato questi colloqui in qualità di presidente della Conferenza internazionale sulla regione dei Grandi Laghi (ICGLR), di avviare un “meccanismo ad hoc” per gli osservatori e gli ufficiali di collegamento angolani per verificare le accuse dei due paesi.

Questo incontro è avvenuto dopo l’intensificarsi delle tensioni tra Repubblica Democratica del Congo e Ruanda, con il governo congolese che accusa l’esercito ruandese di collaborare con i ribelli dell’M23, estremismo che Kigali ha sempre negato.

Inoltre, il Ruanda ha accusato l’esercito della RDC di collaborare con le Forze Democratiche per la Liberazione del Ruanda, un gruppo ribelle costituito da alcuni leader genocidi e altri rifugiati ruandesi nella RDC per ripristinare il potere politico nel paese di origine.

READ  Il conflitto tra Russia e Ucraina, in diretta | La Russia espelle il "secondo uomo" dall'ambasciata americana a Mosca | internazionale

L’M23 ha condotto intensi combattimenti contro le posizioni dell’esercito congolese nella parte orientale della RDC dallo scorso marzo, conquistando con successo la città strategica di Bunagana, un importante snodo commerciale e di autotrasporti al confine tra la RDC e l’Uganda. – e fino a 14 altre posizioni.

Per ridurre queste tensioni, i presidenti della Repubblica Democratica del Congo, Felix Tshisekedi, e del Ruanda, Paul Kagame, sono intervenuti il ​​6 giugno in Angola e hanno concordato di “normalizzare” le loro relazioni diplomatiche.

L’M23 è stato fondato all’inizio del 2012 come una scheggia dell’ormai defunto Congresso Nazionale per la Difesa del Popolo (CNDP), un gruppo di ribelli per lo più ruandesi che hanno combattuto contro le FDLR sul suolo congolese.

Nel novembre 2012, l’M23 è avanzato rapidamente per occupare per due settimane Goma, la capitale della provincia del Nord Kivu, ma le pressioni internazionali hanno costretto il gruppo a ritirarsi e ad avviare negoziati di pace con il governo congolese.

Successivamente, gli investigatori delle Nazioni Unite hanno accusato M23 di fare affidamento sul sostegno economico e militare per il Ruanda e persino di ricevere ordini diretti da alti funzionari dell’esercito ruandese, cosa che Kigali ha categoricamente negato.

Da quando i ribelli e il governo congolese hanno firmato un accordo di pace nel 2013, le tensioni tra le due parti sono state frequenti, con l’M23 che lamenta la lenta attuazione di alcuni punti concordati, come l’integrazione dei suoi combattenti nell’esercito della RDC. .

L’est della Repubblica Democratica del Congo è stato coinvolto in un conflitto alimentato da gruppi ribelli e attacchi di soldati dell’esercito per più di due decenni, nonostante la presenza della missione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite nel paese (MONUSCO), con più di 14.000 attori. EFE

READ  Diplomatici cubani in Connecticut, visita intensa e fruttuosa (+ foto)

thc / pm / pi

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.