martedì, Giugno 25, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

La Repubblica Dominicana si aggrappa alla leggenda e l’Italia alla logica

Mendoza (Argentina), 26 maggio (EFE).- La squadra dominicana cercherà di recuperare la gloria persa contro l’Italia questo sabato, rendendo quasi impossibile la qualificazione agli ottavi di finale, nella terza e ultima giornata del Gruppo D. In Argentina si festeggia il Mondiale Under 20.

La squadra creola, senza il suo miglior calciatore Edison Ascona, ha perso contro la Nigeria (2-1) ed è stata battuta dal Brasile (6-0), lasciando la concorrenza a un metro e mezzo di distanza. Il gruppo ha ancora la possibilità di passare al secondo turno.

Per una combinazione di questi risultati, la più tipica della fantascienza, la Nigeria dovrebbe concedere un’umiliante sconfitta a un Brasile già classificato e la Repubblica Dominicana, che gioca comunque la sua prima Coppa del Mondo FIFA, dovrebbe fare lo stesso. Italia.

Ma potrebbe anche intervenire come uno dei quattro migliori terzi, che include una corsa agli “Azzurri” per cercare di invertire il suo saldo reti estremamente negativo (-7) e attendere i marcatori per il resto della giornata.

Tuttavia, una vittoria contro l’Italia al Malvinas Argentinas a Mendoza è essenziale.

Il centrocampista dell’Inter Miami ha ricevuto un secondo cartellino giallo all’85’ della partita contro il ‘Canarinha’, che aveva già perso 4-0, e non sarà presente per l’ultima giornata della fase a gironi.

Yordy Alvarez dovrebbe guidare il centrocampo dei dominicani, dopo aver già mostrato alcuni guizzi contro i campioni sudamericani.

L’Italia si è resa la vita difficile dopo aver perso contro la Nigeria (0-2) in cui ha giocato una partita molto diversa da quella mostrata nella vittoria contro il Brasile (3-2).

Se gli uomini di Carmine Nunziata hanno dato le carte in regola per vincere il titolo nella prima giornata, nella seconda hanno deluso e ora dovranno fare i compiti all’ultimo minuto per assicurarsi un posto agli ottavi.

READ  Godetevi l'Italia in inverno

Simone Bafundi, il più giovane della rosa che ha brillato contro il Brasile, ha ceduto davanti alla superiorità fisica della Nigeria ed è andato a combattere il tecnico. min.

Il talentuoso fantasista dell’Udinese non ha gradito il cambio e Nunziata lo ha afferrato per il collo e lo ha abbracciato prima di gesticolare per dargli un pugno in faccia.

Nunziata ora spera di “riprendere forza” e di giocare “una grande partita” contro i caraibici.

Aldobrandino Golino
Aldobrandino Golino
"Studente di social media. Appassionato di viaggi. Fanatico del cibo. Giocatore pluripremiato. Studente freelance. Introverso professionista."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles