Maggio 21, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Russia afferma che Putin e Zelensky potrebbero incontrarsi per firmare il trattato

La Russia ha suggerito di tenere un incontro tra il suo presidente, Il presidente russo Vladimir PutinE il suo omologo ucraino, Vladimir Zelensky, ha detto il capo della squadra negoziale russa nei colloqui con Kiev Vladimir Medinsky.

Il consigliere presidenziale russo ha affermato, in una conferenza stampa a conclusione del dialogo, martedì, nella città turca di Istanbul, che questo incontro potrebbe svolgersi in concomitanza con la firma di un trattato di pace tra i due paesi a livello di estero ministri.

Ha spiegato che al momento della firma e dell’esame del documento, i due leader potrebbero discutere “i dettagli dell’accordo, le sfumature ei dettagli politici”, ha riferito l’agenzia di stampa. gusto.

“In questo modo, se il trattato verrà redatto rapidamente e verrà raggiunto l’accordo richiesto, la possibilità di pace sarà molto più vicina”, ha aggiunto.

Secondo il rappresentante russo, è stato un incontro costruttivo in cui la parte ucraina ha presentato una posizione e proposte chiaramente formulate, che saranno studiate e riferite alla leadership del Cremlino.

Ha anche osservato che le forze russe ridurranno significativamente le operazioni militari in direzione delle città di Kiev e Chernigov e che la Russia ha compiuto “due passi verso l’attenuazione del conflitto in Ucraina”, secondo il canale televisivo. RT.

Le consultazioni russo-ucraine sono iniziate il 28 febbraio nella regione bielorussa di Gomel e sono proseguite il 3 e 7 marzo nella Riserva Naturale di Bialowieza, sempre in quel Paese.

Il 10 marzo i ministri degli Esteri di Russia e Ucraina, Sergei Lavrov e Dmitry Kuleba, si sono incontrati nella città turca di Antalya, alla presenza del loro omologo di quella nazione, Mevlut Cavusoglu.

READ  Gli Stati Uniti aiuteranno a evacuare la propria ambasciata in Afghanistan

In dichiarazioni alla stampa del 25 marzo, Medinsky ha commentato che i colloqui continuano senza progressi su questioni importanti, mentre le posizioni sono più strette su questioni minori.

Ha sottolineato che Mosca insiste nella firma di un trattato globale che stabilisca, oltre allo status neutrale e alle garanzie di sicurezza dell’Ucraina, una serie di clausole fondamentali per la nazione eurasiatica.

Queste priorità sono il disarmo e il disarmo dell’Ucraina, la determinazione dello status e il riconoscimento della Crimea e delle Repubbliche popolari del Donbas.

Mosca e Kiev si sono avvicinate alle posizioni sulla neutralità dell’Ucraina

La Russia ha lanciato un’operazione militare speciale in Ucraina il 24 febbraio, dopo che le autorità delle autoproclamate Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk hanno chiesto aiuto per arginare l’escalation dell’aggressione da Kiev.