Novembre 27, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Russia ha lanciato nello spazio un razzo con un satellite militare

La Russia ha lanciato mercoledì un razzo Soyuz che trasportava un satellite militare. Lo ha riferito il ministero della Difesa russo e ha spiegato che proveniva dal cosmodromo di Plesetsk, nel nord-ovest del paese. Inoltre, hanno riferito che è stato messo in orbita in tempo.

“Alle 0948 ora di Mosca (0648 GMT) dalla Base spaziale sperimentale statale del Ministero della Difesa russo (Plesetsk) nella regione di Arkhangelsk, la Space Force ha effettuato il lancio di un razzo vettore di classe media Soyuz-2.1b. Utilizzando un satellite militare, ha affermato l’agenzia.

Non è la prima volta che la Russia lancia satelliti militari, lo ha fatto in diverse occasioni negli ultimi mesi. Ad ottobre ne sono stati messi in orbita tre, uno il 15 e due il 22, lanciati rispettivamente con i razzi vettore Angara e Soyuz-2.1b, oltre al satellite di navigazione Glonass-K, anch’esso controllato dal Ministero della Difesa .

Anche un altro satellite militare, Kosmos-2558, è stato lanciato in agosto, dopo che altre apparecchiature di comunicazione, navigazione e militari sono state lanciate a marzo, aprile, maggio e luglio, anch’esse controllate dalla Forza aerospaziale russa.

Inoltre, circa una settimana fa, la Russia ha minacciato di distruggere i satelliti per comunicazioni occidentali. Un funzionario del ministero degli Esteri russo ha affermato che i satelliti commerciali degli Stati Uniti e dei loro alleati “potrebbero diventare bersagli di attacco” se considerassero di essere maggiormente coinvolti nella guerra con l’Ucraina.

“Le infrastrutture civili possono ‘semi’ diventare un obiettivo legittimo nel caso in cui sia necessario un contrattacco”, ha affermato Konstantin Vorontsov, vicedirettore del Dipartimento per la non proliferazione e il controllo degli armamenti del ministero degli Esteri.

READ  Apre un nuovo spazio per concerti presso la Morton Salt Factory - NBC Chicago

La Russia, che ha iniziato la sua divisione spaziale nel 1957, ha uno dei maggiori potenziali a livello internazionale per un attacco spaziale. Secondo quanto annunciato da Vorostov alle Nazioni Unite, il suo Paese ritiene che “gli Stati Uniti ei loro alleati stiano cercando di sfruttare il loro spazio per imporre l’egemonia occidentale” e non esiterà a prendere misure contro di essa.