Novembre 29, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Russia presenta le prove dei crimini di guerra in Ucraina alle Nazioni Unite

Venerdì scorso, il rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite, Vassily Nebenzia, ha presentato prove di crimini commessi dalle unità militari e nazionaliste ucraine.

In una riunione informale del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, tenuta da Mosca, Nebenzia ha denunciato che l’esercito ucraino ha sistematicamente violato il diritto internazionale in materia di conduzione delle ostilità.

Ha menzionato in questo contesto che le forze armate ucraine hanno installato attrezzature pesanti nelle aree residenziali, hanno preso in ostaggio i civili e li hanno usati come scudi umani. “Abbiamo motivo di credere che tutti questi principi [del derecho internacional humanitario] Ha aggiunto che l’esercito ucraino e le formazioni paramilitari li violentano sistematicamente.

Inoltre, durante l’incontro, è stata presentata un’immagine di come le forze e i nazionalisti ucraini si stanno posizionando nei condomini e nel mezzo delle infrastrutture civili.

La foto mostra come si trovano i carri armati ai primi piani, i civili sono tenuti al centro, i cecchini e l’esercito con MANPADS e armi pesanti sono ai piani superiori e sul tetto.

Inoltre, è stato mostrato un video di interviste a civili che hanno raccontato di come sono riusciti a fuggire dalla zona di guerra. Secondo loro, i soldati ucraini hanno sparato alle auto di persone che cercavano di partire attraverso i corridoi umanitari.

Il diplomatico russo ha anche condannato il fatto che mentre i media russi sono sotto censura, quelli occidentali sono diventati soldati della propaganda di guerra, travisando deliberatamente i fatti in Ucraina, anche se sono consapevoli della realtà in un paese del genere.