Maggio 18, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Russia sospende le forniture di gas alla Finlandia per mancato pagamento Notizia

Da sabato 14 maggio, le forniture di gas russo alla Finlandia saranno sospese, secondo RAO Nordic, una sussidiaria dell’Inter RAO di proprietà statale russa, venerdì.

Leggi anche:

La Russia rifiuta il possibile ingresso della Finlandia nella NATO

RAO Nordic si è detta “costretta a sospendere le importazioni di elettricità dal 14 maggio” perché non è più in grado di “effettuare pagamenti per l’elettricità importata dalla Russia”.

L’entità ha osservato che “per molti anni ha importato elettricità dalla Russia alla Finlandia e l’ha venduta alla Borsa del Polo Nord”, quindi ha mantenuto un solido accordo commerciale.

Tuttavia, i pagamenti per l’energia venduta dopo il 6 maggio “non erano vincolati con denaro (sul conto) dell’azienda”, quindi hanno deciso di interrompere la fornitura.

Nel frattempo, Fingrid, l’operatore del sistema di trasmissione finlandese, ha riferito sul proprio sito web che, sebbene l’elettricità fornita dalla Russia copra “circa il dieci per cento del consumo totale della Finlandia”, l’accesso alle fonti energetiche “in Finlandia non è minacciato”.

“La mancanza di importazione di elettricità da parte della Russia sarà compensata importando più elettricità dalla Svezia e generando più elettricità in Finlandia”, ha affermato Reima Päivinen, Senior Vice President of Power System Operations di Fingrid.

Il precedente delle divergenze tra Helsinki e Mosca è la decisione presa dal presidente finlandese, Sauli Niinistö, e dal primo ministro, Sanna Marin, con una richiesta urgente, giovedì scorso, di aderire all’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO).

Alla fine di aprile di quest’anno, il ministro finlandese degli Affari europei e del governo ha annunciato che, in conformità con gli accordi raggiunti in seno al Comitato statale di politica economica, il suo Paese ha rifiutato di “pagare in rubli” il gas russo.

READ  Joe Biden tiene un vertice sulla democrazia globale

A inizio maggio, invece, il premier finlandese, Sanna Marin, ha assicurato che “in pochi mesi potremo separarci dalle risorse russe di carburante.

Mosca ha avvertito la Finlandia dei rischi connessi all’adesione alla NATO, misura in base alla quale il fronte avrà 1.400 km di linea comune con il territorio russo.