Settembre 28, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La serie colombiana “Torbia”, che gareggerà in uno dei festival televisivi più importanti del mondo

La serie “Turbia”, prodotta da Contravía Films, Inercia Movies e Telepacífico, è l’unica serie latinoamericana a partecipare alla dodicesima edizione della serie Mania, un evento dedicato alle serie televisive e alle piattaforme di trasmissione. Inoltre, Inercia parteciperà all’Atlantic Film Accelerator. Foto: Colprensa

Quest’anno sarà la dodicesima edizione di serie di ossessioni‘, uno dei festival più importanti sulle piattaforme televisive e di trasmissione di tutto il mondo.

Al suddetto seminario, un produttore colombiano dirà “Presente!” E ci sono due elementi sorprendenti: il primo è che questa particolare serie ha puntato gli occhi dell’industria nazionale, e il secondo è la storia stessa, perché si concentra su Cali e racconta lo scenario del prossimo futuro.

riguarda La serie “Tribia” è composta da sei capitoli, tutti incentrati su Cali nel 2023, assediato da problemi ambientali e sanitari, poiché l’acqua scarseggia nel prossimo futuro; Inoltre c’è anche il prosciugamento delle principali sorgenti d’acqua che circondano il capoluogo, Valle del Cauca, per non parlare dell’inquinamento che c’è lì; Ma con tutto ciò, i suoi abitanti devono svolgere le loro attività quotidiane.

La trama in questione potrebbe essere simile a quella di “An Essay on Blindness”, soprattutto per il caos e il disordine di entrambe le forme; Ma lungi dalle analisi e dai confronti, sta di fatto che “Turbia” è l’unico campione arrivato al rappresentante dell’America Latina nella categoria “Panorama Internazionale” del concorso organizzato dall’Association du Festival international des séries de Lille / Alta Francia.

Potresti essere interessato a: “La gente pensa che la propria vita sia perfetta, che non si soffra”: Carolina Cruz ha parlato della Fondazione Salvador de Suenos

READ  Il nuovo video promozionale di Dr. Strange 2 mette in evidenza la relazione tra WandaVision e il Multiverso della follia

scritto da Alonso Torres E il Oscar Ruiz ha negato, Diretta da quest’ultimo e accompagnata da altri cinque registi di Cali: Santiago Lozano, Jorge Navas, Carlos Moreno, Cesar Acevedo e William Vega, questa produzione gareggerà al festival con altri formati delle principali piattaforme come HBO Max, Netflix, Discovery+, PBS e BBC, tra gli altri. Ha avuto anche produzioni con Oscar Ruiz Navia, Ana Maria Ruiz Navia e Paola Pérez Nieto.

Secondo Navia, ‘Turbia’ nasce dall’esigenza di mostrare il percorso che le società potrebbero intraprendere per continuare il consumo eccessivo e lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali. Siamo malati e ciechi, di fronte a un futuro soffocante e poco promettente. L’inclusione dell’acqua a Wall Street è iniziata, abbiamo tenuto lontana l’epidemia e avvertito di non preoccuparci delle risorse naturali e di noi stessi”. È per spiegare.

Allo stesso modo, Creative Design ha osservato che per questo motivo un gruppo di produttori audiovisivi ha avuto un’iniziativa per ricreare ciò che accadrebbe alla capitale in caso di continuo consumo eccessivo e in uno scenario in cui l’acqua scarseggia.

Serie come “Turbia” mirano principalmente a generare attraverso l’immaginazione una riflessione sulla preoccupazione per le risorse ambientali, in particolare l’acqua.Navia ha spiegato la serie che ha recentemente vinto due premi: il Design the Future Grand Prize e il premio Best Fiction Series all’ultima edizione dei TAL Awards, che sono supportati dalla rete di canali pubblici e culturali dell’America Latina.

Vale la pena notare che la serie Manía si svolgerà dal 28 febbraio all’8 marzo sull’isola di Tenerife, in Spagna, e, come nelle precedenti edizioni, promuoverà formati che hanno portato cambiamenti significativi nell’industria audiovisiva.

READ  Lavorare con Slap Will Smith - Prinsa Lieber

Infine, Turbia presenta la performance di Miguel Angel Vieira (Edgar), Alvaro Rodriguez (Alvaro), Mario Bolaños (Aristizabal), Juan Carlos Martinez (Montes), Hector Mejia (Perez), Jaime Andrés Castaño (General Torres).

Continuare a leggere