martedì, Luglio 23, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

La Spagna si adegua al linguaggio inclusivo della sinistra, ma Francia, Italia e Germania resistono

“L’uso del maschile comune per riferirsi ad entrambi i sessi è un’innovazione molto importante nell’evoluzione della lingua spagnola, che ha le sue origini nel sanscrito, nelle lingue più antiche. “È molto difficile fare a meno di questo strumento ed è molto difficile trovare un’alternativa, perché è uno strumento molto economico.” Interverrà l’accademico della RAE Dario Villanueva. Quando sarà chiaro Valutare un linguaggio inclusivo non solo non è necessario, ma è anche sbagliato.
Tuttavia, il linguaggio inclusivo è diffuso nello stato spagnolo. Da quando Pedro Sánchez è salito al potere, l’espressione linguistica non solo è stata imposta alle istituzioni private, ma si è progressivamente infiltrata nella pubblica amministrazione, diventando una punta di diamante nella cosiddetta “guerra culturale”.

Il Ministero di Uguaglianza, guidato da Irene Montero e Angela Rodríguez PAM, ha stabilito in diversi rapporti e documenti che la lingua parlata è lo spagnolo. “Sessuale e non inclusivo”Proporre la divisione di scambio della lingua, utilizzando “x” o “e” per evitare un suffisso maschile o femminile.

Tuttavia, afferma la RAE “Il maschile ha un uso comune basato sulla sua condizione di termine non marcato nell’opposizione maschile/femminile. Per questo motivo non è corretto usare la femminilità per riferirsi collettivamente ad entrambi i sessi, indipendentemente dal numero di individui di ciascun genere che fanno parte del gruppo.

L’Europa è contraria al linguaggio inclusivo

Tuttavia, dato l’approccio lassista della Spagna, paesi come La Francia rafforza la sua opposizione alla copiatura linguistica. La francesità è fondamentale per l’identità nazionale francese, non solo a causa del suo passato coloniale. Oggi, la guerra culturale è arrivata alle porte della nazione molierese, e il predominio della lingua francese vacilla: Macron, infatti, ha accennato al dibattito sulla lingua che include il genere, e ha difeso la preservazione della purezza dell’aria del mondo. Francese «tempo.

READ  Jennifer Lopez e Ben Affleck in Italia?

Il presidente francese ha chiarito la sua opposizione all’utilizzo di un linguaggio inclusivo di genere “Neutro maschile” in francese e può rappresentare sia uomini che donne. In linea con questa tutela e tutela della lingua, un disegno di legge presentato al Senato chiede di vietare l’uso delle parole usate in francese in pubblico e nelle istituzioni “in modo da non offendere le donne e le persone non binarie”.

Durante la cerimonia di apertura a Villers-Gottets del Forum sulla lingua francese, il presidente ha difeso l’importanza della lingua comune e ha attaccato le parole nuove, spesso impronunciabili. “iel” è usato per modificare i pronomi “il” ed “elle” e per aggiungere suffissi per aggiungere i sensi femminile e plurale. Nomi e aggettivi maschili che si riferiscono a persone. In questo sistema, “sénateurs” diventa “sénateur.rice.s” e “cher lecteur” (Caro Lettore) diventa “cher-es lecteur-rice-s”.

Meloni, “primo ministro”

In Italia, sotto la guida di Giorgia Meloni, si sta verificando la stessa difesa della lingua: il governo ha adottato una linea che rifiuta completamente il linguaggio inclusivo nel paese mediterraneo. La massima dell’Accademia de la Crusca è preservare l’essenza e l’integrità della lingua italiana. L’organismo che vigila sul corretto uso della lingua italiana ne ha rifiutato “assolutamente” i segni vitali Una lingua inclusiva, come un asterisco o una “e” capovolta, non sarebbe fuori luogo in italiano. Risponde così ai dubbi sull’uguaglianza di genere negli scritti giuridici.

La decisione è arrivata dopo un incontro del Comitato per le Pari Opportunità del Consiglio di Amministrazione della Corte Suprema con Kruska, dove sono stati chiariti i dubbi su come rispettare l’uguaglianza nei registri giudiziari e nei documenti burocratici. Gli accademici italiani rifiutarono e insistettero.In italiano, con due generi grammaticali, maschile e femminileIl plurale maschile non marcato continua ad essere lo strumento migliore per sentirsi rappresentati da tutti i generi e orientamenti.

READ  Il Giro d'Italia passa dal team Movistar: Fernando Gaviria ed Einar Rubio dimenticati nelle battaglie per il Ciclamino e l'Azura.

Lo stesso Meloni ha suscitato polemiche in Italia dopo averlo dichiarato Dovrebbe essere chiamato “Primo Ministro” anziché “Primo Ministro”.Scommettere sullo slittamento del genere maschile invece che su quello femminile.

Non può essere altrimenti, e tenendo conto del declino di una lingua come il tedesco, il Paese guidato da Olaf Scholz ha deciso di prendere le distanze con la lingua inclusiva. Nel 2021, l’allora ministro ad interim per le donne Christine Lambrecht, ora ex ministro della Difesa, è arrivata al punto di inviare una circolare a tutte le agenzie sotto il suo comando eliminando il linguaggio inclusivo. Asterischi, corsivo, aerofa e Nuove forme linguaggio inclusivoAllo stesso modo, il sindaco di Berlino Kai Wegner ha rifiutato l’uso di un linguaggio neutro rispetto al genere.

Oltre alla Spagna, anche altri paesi europei come il Portogallo o la Svezia hanno ceduto alla correttezza politica. Nel paese scandinavo il pronome neutro è stato aggiunto al dizionario ufficiale: Dopo il maschile “han” e il femminile “han”, gli svedesi usano da anni “hen”, che è senza genere ed è arrivato anche all’accademia.

Aldobrandino Golino
Aldobrandino Golino
"Studente di social media. Appassionato di viaggi. Fanatico del cibo. Giocatore pluripremiato. Studente freelance. Introverso professionista."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles