Giugno 26, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La spagnola Perarnau ha confermato che lascerà il segno come capitano del San Luis

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 giu 2022-12:17

Arturo Salgado Godino

MESSICO, 4 giu. (EFE) – Il difensore spagnolo Marta Perarnao ha confermato sabato che essere il capitano della squadra di San Luis nella Lega messicana di calcio femminile le permetterà di lasciare un’impronta su ragazze e giovani che sognano di fare il calciatore.

“Volevo lasciare un segno indelebile nel Messico, essere un leader mi avrebbe permesso di farlo. Il calcio è un catalizzatore sociale, lo vivo così, vivo con l’obiettivo di lasciare un’impronta sui tifosi, ma soprattutto ragazze e ragazzi che ci vedono”, ha rivelato Pierarno a Effie.

Perarnao, che ha appena rinnovato il suo contratto di un anno con il San Luis, ha raggiunto la Mexican League nell’Apertura 2021, torneo a cui è stato difficile adattarsi; Ha giocato solo cinque partite da titolare in 11 partite in cui ha accumulato 594 minuti.

Il suo aspetto le ha fatto dubitare della sua decisione di scegliere il Messico prima del Betis nel campionato spagnolo, ma nel periodo prima del St. Luis, lo staff tecnico e i giocatori l’hanno scelta come capitano del Clausura 2022.

“I ragazzi hanno deciso che dovevo essere il loro rappresentante; sì, mi ha sorpreso, ma mi ha reso molto felice e mi sono sentita molto orgogliosa di ciò che rappresentava per me ogni giorno; è stato un punto di svolta nel miglioramento”, ha spiegato .

Nel suo secondo torneo, oltre ad essere la prima straniera nominata capitano in Messico, nata a Manresa, è stata la calciatrice non nazionale che ha collezionato più minuti con 1.236 in 14 partite da titolare su 15. gioco.

READ  Sporting Lisbona - Borussia Dortmund in diretta: Champions League, oggi, diretta

E Berarnau, capitano della squadra da destra, ha confermato che indossare quel nastro adesivo sul braccio fa esplodere la fiducia in se stessi.

“Essere capitano non mi ha condizionato, non mi ha appesantito perché stavo bene con o senza le insegne. Era una responsabilità molto grande perché era un segno che credevano in me, ma non pesava me giù, mi ha solo dato più motivazione”.

Il difensore ha ricordato che quando si è iscritta per venire al St. Louis, il suo obiettivo era trovare un modo per tatuare la memoria dei suoi compagni di squadra e dei suoi tifosi con più azioni che risultati sul campo.

“In futuro non si ricorderanno di me perché abbiamo legato con Toluca o perso a Mazatlan, nessuno lo terrà, si ricorderanno se aiuto un partner, se sono un modello per la ragazza che vuole essere una giocatore di calcio, questo è ciò che conta davvero”.

Secondo la sua filosofia, questo è il suo obiettivo di calcio. Promuovi i sogni di quante più ragazze possibile.

Ecco perché è così importante per me essere un punto di riferimento, in modo che le ragazze vedano che queste donne esistono nel calcio e nella vita, che si può fare, devi combattere e con lo sforzo puoi trascendere e lasciare questo segno. “

Marta Perarnau ha ammesso di averle fatto male perché a Clausura St.Louis è rimasta a un punto dalla qualificazione per la prima volta nella fase finale del campionato. Ha detto che per questo ci sono seconde partite, ma non c’è modo di ripagare il sostegno e la fiducia dei suoi compagni.

READ  F1 | Verstappen: "Hanno gettato Michael Massey sotto un autobus"

“Questo per lasciare un’impronta reciproca che non posso pagare, ed è la mia più grande motivazione, perché con questo tipo di lavoro posso dire che la mia esperienza in Messico è valsa la pena perché è finita”.

Mi piace / GB / ea

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe, senza il preventivo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.