Gennaio 31, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’accordo garantirà Internet nel 47% delle scuole in Costa Rica

SAN JOSE, 14 dic (Prensa Latina) Il 47 per cento delle scuole del Costa Rica avrà accesso a Internet entro il 2024, grazie a un accordo siglato oggi tra il Ministero della Pubblica Istruzione (MEP) e l’Istituto per l’Elettricità del Costa Rica (ICE ).

Ciò corrisponde a 2.215 centri educativi, il 100 per cento dei centri creati nell’accordo firmato tra MEP e ICE, mentre il restante 53 per cento delle scuole del Costa Rica (2.497) spetta al Fondo Nazionale delle Telecomunicazioni (Fonatel). ) li connettono a Internet.

Nella conferenza stampa settimanale dopo il consueto consiglio di amministrazione di mercoledì, il presidente Rodrigo Chaves ha annunciato l’accordo, in cui si afferma che 31 scuole avranno pannelli solari e sette generatori per fornire energia.

Allo stesso modo, 105 scuole e college avranno, per la prima volta, connettività Internet in fibra ottica residenziale e altri 47 con le imprese, mentre quasi 1.200 centri avranno velocità che possono raggiungere tra 100 e 500 megabyte.

Il documento è in linea con il Piano di attuazione della strada della connettività educativa 2022-2026, che mira a fornire al sistema educativo costaricano le condizioni di comunicazione necessarie per modernizzare l’apprendimento in classe.

Il presidente ad interim dell’eurodeputato, Leonardo Sánchez, ha confermato che questa strada promuove l’alfabetizzazione digitale per insegnanti e studenti per migliorare l’apprendimento.

“Vogliamo promuovere l’istruzione in Costa Rica in modo che i nostri bambini e giovani possano ottenere il massimo dalla loro permanenza nel sistema educativo”, ha sottolineato.

Sanchez ha sottolineato che la connettività consentirà di fornire un’istruzione di qualità in classe grazie all’uso della tecnologia come proposta educativa che risponde al mondo di oggi.

READ  Il progetto del treno Maya in Messico conterrà materiali cubani

Da parte sua, l’amministratore delegato di ICE, Marco Acuña, ha spiegato che il progetto procederà per fasi e ha sottolineato che “colmare il divario digitale in questo importante settore è essenziale per noi, perché vogliamo che più persone abbiano accesso alle opportunità e che nessuno rimanga dietro.”

jcm/ale