Maggio 21, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’America Latina ei Caraibi hanno individuato tre priorità regionali della FAO

in maiuscoloI paesi dell’America Latina e dei Caraibi hanno individuato le priorità regionali che guideranno il lavoro dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) nella regione nei prossimi due anni.

La Conferenza Regionale della FAO si è conclusa oggi a Quito, in Ecuador, dopo cinque giorni di discussioni che hanno visto la partecipazione del Presidente dell’Ecuador, Guillermo Lasso, del Primo Ministro di Haiti, Ariel Henry, del Vice Presidente dell’Ecuador, Alfredo Borrero, 41 ministri e 23 viceministri di stato e il direttore generale dell’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura, Qu Dongyu.

“L’America Latina e i Caraibi possono e devono affrontare le sue sfide e posizionarsi in prima linea nel settore alimentare e agricolo mondiale. La sicurezza alimentare mondiale lo richiede”, ha affermato Qu Dongyu. “Il modo migliore per farlo è trasformare i loro sistemi agroalimentari per essere più efficienti e inclusivi, flessibilità e sostenibilità.

Alla conferenza, i paesi hanno condiviso le loro innovazioni e le misure che stanno adottando per trasformare i loro sistemi agroalimentari. Sono felice di dire che questa conferenza regionale si conclude con un grande successo. Hanno chiaramente definito la propria tabella di marcia regionale per muoversi verso questo importante cambiamento nelle tre priorità regionali che hanno approvato.

“Vorrei ringraziare le delegazioni degli Stati membri per aver dedicato del tempo a farci visita in Ecuador e per essere qui per uno scambio di opinioni su questioni che sono molto importanti per la regione nel campo dell’agricoltura e dell’alimentazione”, ha affermato il presidente della conferenza. Regionale, Ministro dell’Agricoltura dell’Ecuador, Pedro Alava.

Alla conferenza hanno partecipato 586 persone, tra cui membri del settore privato, del mondo accademico, della società civile e del sistema delle Nazioni Unite, e 34.000 persone hanno seguito la trasmissione della conferenza regionale. Gli Stati membri hanno scelto la Guyana come paese ospitante per la prossima conferenza regionale che si terrà nel 2024.

READ  Accordi e disaccordi ma pagheranno (+ Immagini) (+ Voce)

Tre priorità regionali

Costruire sistemi agroalimentari sostenibili per garantire una dieta sana è stata una delle priorità individuate dalla Conferenza regionale. La FAO aiuterà i paesi a garantire l’accesso fisico ed economico ad alimenti sicuri e nutrienti e a rafforzare le diete, le politiche sanitarie ei programmi per sostenere i 104 milioni di persone che soffrono di obesità e 60 milioni di persone che soffrono la fame.

“In America Latina e nei Caraibi non c’è fame per mancanza di cibo. Non c’è fame perché gli agricoltori non fanno i compiti. Il motivo è molta disuguaglianza e povertà”, ha spiegato il Rappresentante Regionale della FAO, Giulio Berdighi.

La seconda priorità regionale della FAO sono comunità rurali fiorenti e inclusive: “Metà delle persone che vivono nei campi dell’America Latina e dei Caraibi sono povere, una su quattro vive in condizioni di estrema povertà e l’82% di coloro che lavorano nell’agricoltura e nella pesca, lo fanno in circostanze non ufficiali”, ha spiegato Berdigy.

Un’agricoltura resiliente e adattabile ai cambiamenti climatici è la terza priorità regionale dell’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura. “Siamo profondamente impegnati a fermare la deforestazione, promuovere l’allevamento sostenibile ea basse emissioni e incoraggiare la rigenerazione del carbonio nel suolo e il ripristino degli ecosistemi agricoli degradati”, ha affermato Berdigy.

Innovazione e digitalizzazione

Secondo il Rappresentante Regionale della FAO, tutte le priorità regionali hanno un prerequisito: l’innovazione. “Il nostro impegno è che ogni iniziativa regionale della FAO sia un motore di innovazione e che ogni progetto sia un esperimento di digitalizzazione. “La digitalizzazione dei sistemi agroalimentari e delle comunità rurali è assolutamente essenziale”, ha affermato Berdigy.

L’innovazione è al centro del Quadro Strategico della FAO 2022-2031: cerca di promuovere una migliore produzione, una migliore alimentazione, un ambiente migliore e una vita migliore, senza lasciare indietro nessuno, ed è stata analizzata dai paesi durante la conferenza per adattarla alle vostre esigenze . e condizioni.

READ  Le Nazioni Unite riconoscono l'inaugurazione di Xiomara Castro in Honduras

“Le vostre priorità regionali sono le radici che porteranno il Quadro Strategico della FAO 2022-2031 in profondità nel terreno fertile di questa meravigliosa terra. Sei tu che devi prendere l’iniziativa, perché la FAO è la tua organizzazione. Tu ci governi e siamo pienamente impegnati lavorare per le tue priorità”.