Marzo 2, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L'ascesa al potere del partito Semela ha segnato una settimana in Guatemala

L'ascesa al potere del partito Semela ha segnato una settimana in Guatemala

Fino all'ultimo giorno, nelle ultime ore, le manovre del Congresso hanno ritardato l'inaugurazione, prima ancora che nel Paese fossero presenti più di 60 delegazioni, ma il politico ha finalmente giurato fedeltà alla Costituzione in qualità di presidente.

Nelle sue prime parole alla nazione, il sociologo ed ex diplomatico ha affermato che “stiamo procedendo sulla strada che molti di noi hanno intrapreso con tanta fatica, segnando una grande pietra miliare grazie alla pratica democratica”.

“Dimostrare la forza necessaria per resistere e che attraverso l'unità e la fiducia possiamo cambiare il panorama politico in Guatemala, mi riempie di profondo orgoglio”, ha aggiunto.

Il Capo dello Stato ritiene che istituzioni fondamentali come la Corte Elettorale Suprema e la Corte Costituzionale tutelino il desiderio sovrano dei cittadini guatemaltechi di vivere in democrazia.

Ha rivolto un ringraziamento speciale a coloro che hanno portato il Paese a questo momento importante: ai giovani del Guatemala che non hanno perso la speranza.

Ha aggiunto: “Alle famiglie che hanno creduto in un futuro diverso e non si sono arrese all'inganno e alla menzogna, oltre alla leadership dei nostri antenati, ai quattro popoli, dai quali non smetto mai di imparare e di apprezzare ogni giorno”.

Dopo la cerimonia, Arévalo e Karen Herrera, la sua vicepresidente, hanno ricevuto i leader della delegazione e hanno pronunciato un discorso lunedì mattina presto nella centrale Piazza della Costituzione di questa capitale.

Il cambiamento potrebbe essere difficile, ha detto il presidente a centinaia di cittadini, che prevedevano che l’amministrazione avrebbe dovuto prendere decisioni difficili e avrebbe dovuto affrontare momenti di dubbio.

Il 65enne accademico e scrittore ha avvertito: “Oggi iniziano quattro anni che saranno pieni di ostacoli che non possiamo immaginare in questo momento”.

READ  Il Sudafrica si congratula con Cuba per i 60 anni di sostegno medico internazionale

In una messa celebrata nella cattedrale della capitale, mons. Gonzalo de Villa ha considerato la sfida di formare un nuovo Congresso e governo un motivo di speranza e di gioia.

Dopo aver partecipato con Herrera ad una cerimonia maya, Arévalo ha spinto per la creazione di un meccanismo anti-corruzione funzionale, a scapito della commissione creata dall'ex presidente Alejandro Giamatti.

Ha espresso il suo impegno nei confronti della Polizia Civile Nazionale, sottolineando che lavorerà per stabilire processi di promozione basati sul merito e abbattere le pratiche politiche che hanno colpito questa istituzione nel corso degli anni.

Quando le nomine di viceministri e altri funzionari hanno attirato l'attenzione dei media, il Comitato Centrale ha ordinato al Congresso unicamerale di rieleggere il proprio organo direttivo.

La coalizione formata da Semilla, guidata ora da Néry Ramos al posto di Samuel Pérez, ha mantenuto il controllo della legislatura su un'opposizione sempre più debole, che questa volta, nonostante le sue pretese, non ha trovato forma.

OMR/Zinco