Settembre 16, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’auto a guida autonoma Toyota passa sopra un atleta paralimpico non vedente ed è sospesa a Tokyo 2020

Inserito:

28 prima del 2021 06:53 GMT

L’e-Palette è particolarmente adatta per l’uso durante i Giochi Olimpici e Paralimpici.

La Toyota Motor Co. ha dichiarato venerdì che sospenderà l’uso di tutti i pod di trasporto elettronico a guida autonoma nel villaggio dei Giochi Paralimpici di Tokyo, il giorno dopo che un veicolo si è scontrato con un pedone, che si è rivelato essere un atleta paralimpico giapponese con problemi di vista. – È stato ferito.

in un videoIl CEO di Toyota, Akio Toyoda, si è scusato per l’incidente e ha detto di essersi offerto di incontrare la persona, ma non è stato in grado di farlo.

La casa automobilistica giapponese ha indicato che l’incidente ha mostrato la difficoltà di far funzionare l’auto a guida autonoma nelle condizioni speciali del villaggio durante i Giochi Paralimpici, dove sono presenti persone con disabilità visive o altre disabilità.

“Dimostra che i veicoli a guida autonoma non sono ancora realistici sulle strade normali”, ha aggiunto.

L’auto si era fermata a un incrocio a “T” e stava per svoltare sotto il controllo manuale dell’operatore, che stava usando il joystick dell’auto, quando il judoka ha colpito Aramitsu Kitazuno.

Comitato Organizzatore Giochi menzionato Che l’atleta non soffre di lesioni gravi, mentre il suo allenatore ha detto che riposa e mangia senza problemi. Secondo la stampa locale, la sua guarigione richiederà due settimane.

L’e-Palette, un veicolo elettrico completamente autonomo, è stato adattato specificamente per l’uso durante le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Tokyo, con ampi cancelli e rampe elettriche per consentire a gruppi di atleti di salire rapidamente.

READ  WhatsApp sta testando una directory aziendale locale nell'app

La società ha affermato che sta collaborando con un’indagine della polizia locale per determinare la causa dell’incidente, aggiungendo che avrebbe anche condotto le proprie indagini.