Febbraio 8, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le auto intelligenti sono un nuovo obiettivo del canale di informazione per i criminali informatici

I criminali informatici possono avviare le auto da remoto e ottenere l’accesso ai dati personali. L’industria deve aumentare la sicurezza informatica.

Le auto intelligenti rischiano di soffrire a Attacco InternetGli esperti di sicurezza informatica avvertono.

Il potenziale di danno derivante dagli attacchi informatici alle auto intelligenti è enorme.“.

Il giornale argomenta Finanza.

I criminali informatici possono lanciarsi Attacchi su larga scala che interessano i freni elettrici, i sistemi di navigazione, l’aria condizionata e persino il motore.

ha affermato Juan Carlos Carrillo, direttore della sicurezza informatica e della privacy dei dati presso Inc PricewaterhouseCoopers Messico.

Ha sottolineato che con l’accelerazione del ritmo della digitalizzazione, Gli attacchi informatici potrebbero triplicare entro il 2030.

Chiedendo alle case automobilistiche di analizzare regole che garantiscano la sicurezza in ogni momento.

Alcuni veicoli contengono fino a 150 ECU e quasi 100 milioni di righe di codice.

“Stiamo parlando di avere più righe di codice rispetto a iOS.”

“Molte auto Geolocalizzazione Pertanto, ci sono dati sul luogo di residenza, sul luogo di lavoro dell’utente e persino informazioni sui metodi che utilizza.

“Oggi non sappiamo se le informazioni sono memorizzate solo nel computer dell’auto, se sono archiviate nel cloud del produttore o se passano attraverso la concessionaria prima di raggiungere la casa madre.“.

Carrillo ha sottolineato.

Inoltre, l’analista ha affermato che la raccolta di informazioni sarà maggiore con l’uso massiccio di veicoli elettrici, il che aumenta l’interesse dei criminali informatici.

Non escludo che con il rinnovo del parco automezzi nel Paese inizieremo ad assistere ad hacking e furto di informazioni“.

Carrillo esposto.

Automazione avanzata e autonomia

All’inizio di gennaio, NVIDIA e Gruppo tecnologico Hon Hai (Foxconn), il più grande produttore di tecnologia al mondo, ha annunciato una partnership per sviluppare piattaforme di veicoli autonomi e automatizzati.

READ  Il sorprendente video di un incidente d'auto Tesla dopo aver volato per pochi metri e precipitato a Los Angeles
Potrebbe interessarti leggere: Foxconn e NVIDIA collaborano per costruire veicoli a guida autonoma

Nello stesso modo, Motore Ford Ha aumentato il suo interesse nello sviluppo di auto a guida autonoma, collaborando con la startup, Argo A.I.

Alla fine del 2022, in Messico sono stati venduti 3.447 veicoli elettrici.

Inoltre, i collocamenti dovrebbero arrivare nei prossimi cinque anni 32 mila 547 unità annualmente.

Consulente prescritto Forza J.D.

I primi attacchi informatici

Sicuramente quest’anno vedremo I primi casi di pirateria di auto elettriche in Messico.

“Quindi, prima di accelerare le vendite di queste auto, deve essere chiaro se le informazioni raccolte vengono utilizzate solo a fini statistici o viene creato un profilo per ogni persona”.

“Sebbene l’industria automobilistica stia già investendo nella sicurezza informatica, ridurre le vulnerabilità non è sufficiente.

Carrillo ha aggiunto.

Ancora peggio è il fatto che finora Non esiste una regolamentazione uniforme a cui le case automobilistiche debbano attenersi“.

ha spiegato Yonathan Parada, partner per la sicurezza informatica e la privacy dei dati di PwC Mexico.

Mentre i servizi di sicurezza informatica nel cloud automobilistico raggiungeranno 2,12 miliardi nel 2022 a livello globale

La cifra dovrebbe raggiungere i 4mila e 140 milioni di dollari nel 2026.

per me a monteInc., una società di sviluppo software, la rimozione di un modulo compromesso dal mercato può costare alla società circa $ 400.

Sebbene vengano aggiunti altri effetti, potrebbe crescere fino a $ 1,1 miliardi.

Sì, vengono presi in considerazione i danni all’immagine del marchio, le azioni legali e l’impatto pubblico, tra gli altri fattori.