Febbraio 9, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le azioni Apple hanno toccato il minimo da giugno 2021 tra i dubbi sulla fornitura di iPhone

Le azioni Apple hanno chiuso martedì al livello più basso da giugno 2021, in mezzo a una svendita sostenuta di grandi titoli tecnologici amplificata dalle preoccupazioni per le forniture di iPhone per il periodo chiave delle vacanze.

Le azioni sono scese dell’1,4%, la loro terza sessione consecutiva negativa. Sebbene Apple rimanga un bestseller del 2022, con un calo del 27%, inferiore al calo del 34% del Nasdaq 100, è rimasta indietro rispetto alla misura high-tech del mese scorso.

L’ultima debolezza è stata dovuta alle interruzioni della produzione in un’importante fabbrica di iPhone in Cina, che hanno contribuito a una carenza di fornitura del prodotto di punta di Apple. Martedì, JPMorgan ha notato che l’offerta di iPhone sta “migliorando e si avvicina lentamente alla parità della domanda”, sebbene abbia aggiunto che Apple è tipicamente “lontana dalla parità della domanda e dell’offerta di iPhone” al giorno d’oggi. dell’anno. A causa di questo problema, la società prevede che i risultati di Apple per il trimestre di dicembre saranno “moderati” rispetto alle aspettative di consenso.

Separatamente, l’analista di JPMorgan Samik Chatterjee ha anche osservato che i recenti dati sulle spedizioni di smartphone dalla Cina “confermano i venti contrari in questo settore”.

I titoli tecnologici sono stati ampiamente inferiori martedì, con il Nasdaq 100 in calo dell’1,5%. Il gruppo sta affrontando il peggior dicembre dall’era delle dotcom, poiché gli investitori si aspettano che la Federal Reserve rimanga aggressiva nella sua lotta contro l’inflazione.