Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Le conferenze nascono dalla necessità di creare uno spazio di dialogo sul nostro mestiere”.

Scritto da Laura Mendes da Il TEMPO sta aprendo

L’1 e 2 luglio si è svolta la prima conferenza di Blue Handicrafts, che ha incluso workshop illustrativi, interventi di Jorge Bojanic, presentazione virtuale del libro “Five Generations of Pampas Weavers” della signora Mabel Ladaga e chiusura musicale di Tata Gidrelli .

Il direttore dell’unità, Christian Soriano, ha espresso sui social network “Avere due giorni di apprendimento, condivisione e chiacchiere senza fine sui nostri mestieri. Per quelli di noi che si considerano parte dell’identità che costruisce noi persone e che non sono solo un ponte che ci collega socialmente, educativamente e culturalmente, ma ci migliorano anche”. Come persone, rendendoci più umani, più pazienti, meno egoisti ed egoisti, sono stati due giorni di festa”.

In questo quadro, in un’intervista a EL TIEMPO, Soriano ha raccontato come sono nate le conferenze e, più precisamente, in cosa consistono.

“Pensavo fosse una buona opportunità Mostra come funziona

In primo luogo, ha precisato che “Le conferenze nascono dalla necessità di creare uno spazio di dialogo sul nostro mestiere, non solo perché, come lo ha definito lui, mantiene la trasmissione; ma credo che sia la cosa più importante, un valore così per non perdere alcuni dei tratti distintivi che non sono altro che parte dell’identità che ci ha costruito come popolo”.

Ha aggiunto che la loro perdita “significa la perdita di professioni artigianali strettamente legate alla nostra storia, e sono mestieri, oltre ad essere una fonte di lavoro, un ponte che unisce legami sociali, educativi e culturali e genera legami”.

Spinti da questa esigenza è che in alcune conversazioni con Jorge Bojanic e prima della volontà di entrambi abbiamo iniziato a pensare di realizzarla. Da parte mia, si trattava di abbozzare la proposta e confrontarmi con Jorge con il distretto culturale del comune e tra noi due e dire loro cosa volevamo fare. Abbiamo trovato una risposta positiva a questo approccio e tutti dal loro posto hanno contribuito insieme quanto necessario per la sua attuazione, come ha fatto.

READ  Tre Re Magi e Babbo Natale in attesa di uno spazio fotografico al CDMX - Noticieros Televisa

Allo stesso modo, ha aggiunto: “Quando si è trattato di dipingerlo, mi è sembrata una buona occasione per mostrare come si lavora, e per raccontare il processo di lavorazione di ogni pezzo, e ogni mestiere ha le sue peculiarità, le sue tecniche, le sue metodi di lavoro. Quindi le attività dal vivo sono state incluse nella nostra sede: la Scuola Municipale di Argenteria.” e i mestieri tradizionali di Azul – Oltre ai discorsi di Jorge Bojanic, è stato presentato ufficialmente il libro “Cinque generazioni di tessitori della Pampa”, con Licenciada Mabel Ladaga, un libro che ripercorre la ricca storia dei tessitori di Villa Fedelidad. Per motivi personali, Mabel non poteva essere esistita. In città, quindi, lo spettacolo era quasi finito”.

“Ci permette di creare collegamenti non soloDentro la città ma fuori

In secondo luogo, ha sottolineato Soriano: “Stiamo creando un’altra cosa che ci permette di creare connessioni non solo all’interno della città ma anche fuori. Jorge è originario del Capitan Sarmiento, Mabel vive a La Plata e ho ricevuto messaggi sia in pubblicazioni che in particolare da molte parti del Paese, inviare Artigiani di altre città, fornire informazioni ad altri comuni della zona, cercando di chiarire cosa significa per la scuola, e per la città, per noi. Dobbiamo continuare a lavorare ora. “

In risposta a una domanda sulle forniture e un aumento del dollaro, l’insegnante ha osservato che “la conferenza era anche finalizzata a vedere come siamo personalmente in termini di artigianato e scuola. Non sono qui per valutare cosa sta succedendo ad Azul in in generale, ma per contribuire.Economicamente i tempi stanno toccando anche l’artigianato In modo profondo, quando si tratta di acquistare forniture, viaggiare a fiere e fiere, e commercializzare ciò che si produce, quindi in termini di investimento in materiali, strumenti, ecc. , è molto variabile, perché dipende dall’attività che si sta svolgendo Penso che le persone oggi siano più inclini a questo Il tipo di attività, alla ricerca di una certa “calma” piuttosto che di un’immediata opportunità di business, motivata dal desiderio imparare qualcosa che gli piace e che non possono fare o tollerare. In linea di principio, poiché l’artigianato non ha l’immediatezza come caratteristica principale, al contrario, richiede pazienza, perseveranza, ore e ore di lavoro e una conoscenza di come accettare che, se oggi non va bene, domani può andare meglio, e tutto ciò che oserei dire è diventato più scarso, e questa è la mia opinione, non parlo in termini generali”.

READ  La nascita della prima crema biodegradabile 100% naturale

progetti

In un’altra sezione del discorso, Soriano ha osservato: “Ho suggerito cose a me stesso e continuo a suggerire altre cose, questo è il mio posto. E nel suggerire le stesse cose suggerirei me stesso agli altri. Di conseguenza a volte funziona Bene, siamo venuti dopo aver vinto tre primi premi nella 23a National Berazategui Hall of Craftsman Creation and Design, dove Marisa Martins, Tellera e, a sua volta, insegnante della scuola, hanno vinto il primo premio nella categoria tessile tradizionale, Julian Gennuso e Soguero cinture e insegnante di scuola, primo premio nella categoria Soguería, accessori tradizionali per l’equitazione, e in questa proposta ho dovuto prendere il primo premio nella categoria Silver Business, Traditional, Equestrian Apparel Accessories”.

Ha proseguito: “Tra qualche giorno parto per partecipare per la prima volta alla Biennale del Chaco, dal 16 al 23 luglio, a Resistencia. La Biennale è un incontro di scultori considerati della ‘terza’ importanza al mondo Personalmente esporrò al Salon de Maestras y Maestros. Artesanos ”che si svolge nell’ambito di detta festa. E ad agosto, al National Handicraft Meeting 2022 organizzato dal comune di Beratgui, e speriamo che siano invitati anche loro, insieme a Marisa e Julian”.