Settembre 25, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Ecuador aggiunge il suo sesto certificato alle Paralimpiadi di Tokyo grazie a Roberto Tilla | Altri sport | Gli sport

La delegazione tricolore ha ricevuto 3 medaglie e sei diplomi a Tokyo 2020.

Terminato ottavo nel salto in lungo, classe T20, con 6,56 metri, Roberto T’Challa di Ibarra sabato ha assegnato all’Ecuador il suo sesto certificato ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. Nella stessa prova, il suo compagno bolivariano Damián Carcelén è decimo con una distanza di 6,24 m. La delegazione tricolore paralimpica conclude così una splendida partecipazione nella capitale giapponese.

L’Ecuador ha gareggiato a Tokyo con una delle delegazioni più giovani, di appena otto atleti e due mentori (Diego Arévalo e Sebastian Rossero, dell’atleta azuyano Darwin Castro).

le medaglie di Pulith Mendes (oro) e Anais Mendes (bronzo), nella classe lancio del peso F20; Chiara Rodriguez (bronzo) nel salto in lungo T46. Premiati i diplomi Darwin Castro, nei 5000 e 1500 metri piani T11; Anderson Colorado e Damian Carcelén, 400 m pianeggiante T20; Chiara Rodriguez nei 100 tratti T46 e Jasila T20 Chalet Salto in Lungo.

Shala, 22 anni, ha segnato il suo miglior risultato al primo salto. Dopo questo risultato, ha registrato 6,11 m nella seconda, 5,91 nella terza e 6,18 nella quarta.

Da parte sua, Karslin (25) ha toccato i 6,24 metri nella seconda partenza.

“Con questa cartolina chiudiamo la migliore partecipazione ecuadoriana ai Giochi Paralimpici. Grazie Roberto! Grazie ragazzi!”, ha scritto il Ministero dello Sport sul proprio account Twitter.

(Dottoressa)

READ  Non ho mai preso sostanze vietate per migliorare le prestazioni