Maggio 18, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’euro recupera 1.1350 dollari

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 gen 2022 – 16:19

Francoforte (Germania), 21 gennaio (EFE). – L’euro ha riguadagnato oggi il livello di 1,1350 dollari, a causa delle vendite di dollari dopo il calo della redditività del debito del Tesoro USA, sebbene si muova a malapena e cambi in un range ristretto. gamma di fluttuazioni.

L’euro è stato scambiato a $ 1,1346 alle 16:10 GMT, contro $ 1,1347 nella fine del forex europeo del giorno precedente.

La Banca centrale europea (BCE) ha fissato il tasso di cambio di riferimento per l’euro a $ 1,1348.

Il valore della moneta unica è sceso a 1,13 USD durante le contrattazioni asiatiche, ma durante le contrattazioni europee ha riguadagnato posizioni superando 1,1350 USD.

Le prospettive economiche statunitensi sono migliorate a dicembre, come dimostrano i principali indicatori economici pubblicati dal Conference Board Research Institute.

Questo indice aggrega dieci indicatori economici, tra cui richieste di sussidio di disoccupazione, ordini del settore, fiducia dei consumatori e permessi di costruzione.

Roberto Mialic, stratega di UniCredit Bank FX, prevede che “i rischi geopolitici possono rafforzare il porto sicuro (investimento sicuro)” del dollaro.

Allo stesso modo, Mijalić vede il tono aggressivo della Federal Reserve, la forte crescita dell’economia statunitense nel quarto trimestre e il rallentamento della crescita dell’economia tedesca, che potrebbero indebolire ulteriormente l’euro.

Il rendimento delle obbligazioni tedesche a 10 anni è di nuovo negativo sul mercato secondario dopo che la presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde ha dichiarato giovedì in un’intervista alla radio France Inter che non reagiranno come la Federal Reserve e non aumenteranno i tassi di interesse perché potrebbero rallentare crescita economica.

READ  Tesla apre i suoi compressori a tutte le auto nei Paesi Bassi con Benzinga Spagna

Anche il governatore della Banca di Spagna, Pablo Hernandez de Cos, ha annunciato giovedì che non prevede di aumentare i tassi di interesse nel 2022.

Mijalić aggiunge che l’aumento del rendimento del debito sovrano statunitense e il suo spread con il resto del mondo è il principale driver nel mercato dei cambi, soprattutto nel cambio tra euro e dollaro.

La moneta unica è ora meno attraente perché il debito europeo, in particolare quello tedesco a 10 anni, che è l’obbligazione di riferimento perché considerata la più sicura, offre rendimenti negativi.

La moneta unica veniva scambiata in un range di trading compreso tra $ 1,1301 e $ 1.360. EFE

aia / fpa

© EFE 2022. La ridistribuzione e la ritrasmissione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe è espressamente vietata, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA