Settembre 17, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’ex esercito colombiano ad Haiti Il primo ministro Claude Joseph sul crimine del presidente Moss: rivelati nuovi dettagli

Il primo ministro ad interim Claude Joseph tiene una conferenza stampa il 21 luglio 2021, una settimana dopo l’assassinio del presidente Jovnell Moyes a Port-au-Prince, ad Haiti. REUTERS / Ricardo Arduengo

Nuove informazioni arriveranno da Haiti questo mercoledì Assassinio del presidente Joanel Moss Questo include molti ex soldati colombiani. Secondo l’inchiesta di Notice Caracol, il primo ministro Claude Joseph prenderà il controllo dell’isola dopo la morte del capo dello Stato e sarà coinvolto in questo efferato crimine.

L’agenzia di stampa colombiana ha rivelato che la strage è iniziata nel novembre 2020 Presso l’edificio del quartier generale della sicurezza del CTU a Miami. Il proprietario dell’azienda, il Venezuela Antonio Indriago, ha incontrato il manager colombiano Archangel Brittal, l’haitiano-americano James Solages, un ambasciatore haitiano con il cognome di Ascart, il medico haitiano già catturato, Christian Sanon, e il colombiano Jonathan Rivera. Garcia.

In origine il piano sarebbe stato quello di rapire il presidente Moss e prendere il potere, lasciando l’attuale primo ministro di Haiti Claude Joseph come presidente. Si tratta di un’ipotesi rafforzata dalle indagini di funzionari haitiani e investigatori dell’FBI.

Il primo ministro ad interim di Haiti, Claude Joseph (e), parla oggi durante una presentazione della commissione responsabile dell'organizzazione dei funerali del presidente assassinato Joanel Mois a Port-au-Prince (Haiti).  EFE / Jean-Marc Herv Aballard
Claude Joseph (e), il primo ministro ad interim di Haiti, parla oggi durante una presentazione della commissione responsabile dell’organizzazione dei funerali del presidente assassinato Jovnell Moyes a Port-au-Prince (Haiti). EFE / Jean-Marc Herv Aballard

I media, che hanno divulgato esclusivamente questi dettagli, hanno affermato che dopo aver incontrato il colombiano Brittle e l’haitiano James Solages a Miami, sono tornati alla ricerca di Jonathan Rivera, che era tra la folla, e li hanno portati da suo fratello. Verso il capitano dell’esercito in pensione German Rivera e il sergente in pensione Duverny Capador.

READ  Un uomo ha fracassato il suo bambino di 4 mesi perché "non voleva chiudere la bocca" | cronache

In relazione al reclutamento di mercenari colombiani, il capitano Rivera e il sergente Capador erano responsabili del loro reclutamento attraverso tre società colombiane autorizzate a inviare personale militare in pensione per fornire servizi di sicurezza in Medio Oriente.

Si dice che sette colombiani abbiano assassinato il presidente

D’altra parte, il giornalista di Semana Saloud Hernandez-Mora a Port-au-Prince, Uno dei prigionieri colombiani che ha visto le prove ha confermato di aver versato lacrime Le autorità sono in loro potere e non hanno altra scelta che ammettere che sette dei mercenari colombiani sono stati quelli che hanno assassinato il presidente Moss.

Notare che Caracol ha una versione simile, ei nomi di quei sette colombiani, insieme a tre poliziotti haitiani, sono entrati e hanno assassinato il presidente. sarebbero stati Carlos Guerrero, Mauricio Romero, Duverni Capador, Juan Carlos Yeps, Manuel Grosso, Neil Duron e Nisar Franco.

Mercenari colombiani ad Haiti.  Foto: (Colprenza Externos)
Mercenari colombiani ad Haiti. Foto: (Colprenza Externos)

“In un batter d’occhio, i mercenari sono entrati in casa mia e hanno ucciso mio marito”.Lo ha detto la first lady di Haiti in una registrazione audio pubblicata nel fine settimana.

Ecco come è avvenuta la cattura

Dopo aver commesso il crimine, i mercenari sarebbero usciti di scena e, secondo la CNN, sarebbero rimasti intrappolati in un posto di blocco gestito dalla Divisione di Pubblica Sicurezza del Palazzo Nazionale. “Potevamo sentirli parlare e urlare in spagnolo.”La fonte ha detto ai media statunitensi. “Stavano parlando e sapevano a cosa stavano andando incontro”..

Le forze di sicurezza haitiane volevano aspettare che emergessero i fuggitivi. Infine, alle 15:00, le forze haitiane hanno lanciato gas lacrimogeni in strada davanti al rifugio dei richiedenti asilo, diffondendo colonne di gas all’interno. Iniziarono le trattative.

READ  I codici Italia erano meno chiusi; Investing.com Italia 40 in calo dell'1,61% da Investing.com

“In primo luogo, non sappiamo quanti sono stati tenuti in ostaggio fino a quando non sono stati rilasciati. Poi ho detto che c’erano circa 25 ostaggi e ho detto: “Oh, beh, abbiamo a che fare con un battaglione”., Il telegiornale ha detto la fonte.

File foto di giornalisti vicino alla residenza presidenziale di Haiti dopo l'assassinio di Jovnell Moyes da uomini armati non identificati a Port-au-Prince.  7 luglio 2021. REUTERS / Estailove St-Val ne bloccano la vendita o lo usano come file
File foto di giornalisti vicino alla residenza presidenziale di Haiti dopo l’assassinio di Jovnell Moyes da uomini armati non identificati a Port-au-Prince. 7 luglio 2021. REUTERS / Estailove St-Val ne bloccano la vendita o lo usano come file

I colombiani Mauricio Javier Romero, Duberni Capador e Miguel Guillermo Carson sono morti in battaglia. Altri sono stati catturati e continuano a rivelare informazioni su questo crimine che minacciava l’isola.

Continua a leggere: