Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’IPC cinese è aumentato del 2,7% a luglio

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 ago 2022 – 02:07

Shanghai (Cina), 10 agosto (EFE). L’indice dei prezzi al consumo (CPI), il principale indicatore dell’inflazione in Cina, è aumentato del 2,7% su base annua a luglio.

Da parte sua, l’indice dei prezzi alla produzione (IPP), che misura i prezzi all’ingrosso, è cresciuto del 4,2%, secondo i dati ufficiali diffusi oggi dall’Ufficio nazionale di statistica (ONE).

L’IPP è aumentato del 2,5% a giugno, mese in cui l’IPP è cresciuto del 6,1%, quindi il dato di luglio è di 0,2 punti in più nel primo caso e di 1,9 in meno nel secondo.

In entrambi gli indicatori, il risultato è stato inferiore alle attese degli analisti che si aspettavano un aumento dei prezzi al consumo del 2,9% e del 4,8% per i grossisti.

Secondo ONE, l’aumento dell’IPC è dovuto principalmente all’andamento dei prezzi dei prodotti alimentari come la carne di maiale, mentre nel caso dei prezzi industriali, attribuisce la situazione a “molti fattori nazionali e internazionali”.

A marzo, le autorità hanno nuovamente fissato un obiettivo del 3% per i progressi dell’IPC nel 2022. EFE

vec / aa / g

(foto) (video)

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.

READ  Origin è ora pronto per giocare gratuitamente