Novembre 27, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia accetta una nuova ispezione della nave con 214 migranti “respinti”.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 nov 2022 – 09:20

Gonzalo Sanchez

Catania (Italia), 8 novembre (EFE).- Le autorità italiane hanno concordato di effettuare un secondo controllo sanitario sulla nave umanitaria Geo Parents, con 214 migranti a bordo nel porto di Catania (Sud) e precedentemente negata. Approdo.

Il senatore del Pd, Antonio Nicita, ha confermato oggi all’Efe alla darsena siciliana che il ministero della Salute ha accettato di effettuare una nuova vigilanza sulla nave a causa di persistenti problemi psicologici come scabbia e panico tra i migranti. attacchi.

Geo Parents (MSF) di Medici Senza Frontiere è ancorata a Catania da due giorni con 214 migranti – tutti uomini, pakistani, egiziani, siriani e bengalesi – soccorsi nel Mediterraneo centrale il 27 ottobre e non autorizzati a scendere dall’Italia. Perché non sono “vulnerabili”.

Tuttavia, 357 donne, bambini e pazienti tra i soccorsi sono stati autorizzati all’atterraggio e al trasferimento in un centro sportivo della città siciliana.

Questa situazione è dovuta al decreto del nuovo governo italiano, che, nella sua lotta con le Ong che soccorrono i migranti in mare, accusa di favorire questo fenomeno, permettendo solo ai più vulnerabili di sbarcare nei suoi porti, e il resto deve restare. In attesa del rientro della nave in acque internazionali.

Per il primo atterraggio, domenica notte, Geo Parents ha ricevuto un’équipe medica, che ha stabilito che soffriva di una situazione debilitante, ed è probabile che si ripresenti oggi, come richiesto dall’organizzazione umanitaria.

“Ci auguriamo che si faccia presto per tutti a bordo (…) e tutto questo finisca oggi. Le persone sono deboli, continuano ad esserlo, e stare a bordo aumenta la loro vulnerabilità… ha detto il senatore.

READ  Da quanto tempo l'Argentina non gioca contro una squadra europea?

Due siriani, seduti a bordo della Catania da ieri, sono saltati in acqua dalla nave di MSF.

Quanto all’altra nave nella stessa situazione nel porto di Catania, la tedesca Humanity 1 dell’organizzazione SOS Humanity, nessuno ha confermato la seconda ispezione per i 35 migranti a bordo in questo momento (144 sbarcati).

Davanti a Catania, ma in acque internazionali, c’è un’altra nave umanitaria, la Ocean Viking della Ong SOS Méditerranée, con 234 migranti soccorsi due settimane fa nel Mediterraneo centrale, che non è ancora entrato in porto.

Ora sta vivendo “circostanze frustranti” dentro di lui, anche dal punto di vista medico, ha detto il senatore. EFE

gsm/ig

(Foto) (Video)

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE è espressamente vietata senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA.