Settembre 19, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia è il maggior esportatore dell’UE in Afghanistan

L’ultimo volo dell’aereo italiano è arrivato nel Paese con 58 afgani sabato mattina, lasciando a 4.900 il numero dei civili nel territorio afghano. Allo stesso modo, i membri del personale diplomatico e di sicurezza a Kabul sono tornati oggi.

Roma, nel frattempo, spera di espellere più civili con l’aiuto delle Nazioni Unite (ONU), delle ONG e delle nazioni regionali. “I cittadini dell’Afghanistan stanno ancora aspettando la loro evacuazione, ma non possiamo più farlo con il ponte aereo”, ha detto De Mayo.

Ha aggiunto: “La prima fase finisce ma inizia ora il periodo più difficile. La seconda fase non deve abbandonare il popolo afghano, le donne afghane, i giovani, tutti coloro che hanno espresso desiderio di evoluzione”.

L’Italia è stato uno dei Paesi più coinvolti, insieme a Stati Uniti, Turchia, Regno Unito e Germania. Funzione “supporto determinato” L’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO), che addestra e istruisce le forze di sicurezza afghane.

L’ultimo contingente militare italiano, poche decine di soldati, ha lasciato il Paese a giugno.

Finora, il ministero della Difesa italiano ha detto che 53 soldati sono stati uccisi e 723 feriti nell’operazione. In totale, il paese ha già di stanza 50.000 soldati in Afghanistan per vent’anni.

READ  Definizione immediata negli Stati Uniti: chiederanno che tutte le persone siano vaccinate contro Govt-19