Dicembre 5, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia è preoccupata per la detenzione di una giovane donna in Iran

Salamanca (Spagna), 3 ott. L’ex presidente argentino Mauricio Macri ha promesso questo lunedì che il suo Paese ha bisogno di “un profondo cambiamento” perché è “in declino” da decenni, in un momento in cui la democrazia argentina ha dimostrato di essere la “più fallita” del pianeta. “Negli ultimi 50 anni”.

Macri non ha rivelato se si candiderà alle prossime elezioni presidenziali in Argentina, anche se ha spiegato il suo partito ai media prima di partecipare alla cerimonia di apertura di un master in studi globali e internazionali presso l’Università spagnola di Salamanca (USAL). Together for Change è “pronto a unirsi e iniziare a governare il prossimo anno”.

Macri, che è stato presidente dell’Argentina dal 2015 al 2019, aveva bisogno di “rimettere in carreggiata l’Argentina fino al 2019” quando il suo successore, Alberto Fernandez, è entrato in carica. “Continuare ad approfondire il dibattito sulle riforme di cui l’Argentina ha bisogno.

“Il nostro Paese ha bisogno di una profonda trasformazione perché proviene da decenni di decadenza. Dobbiamo essere la democrazia più fallita del pianeta negli ultimi 50 anni e sostituirla con nuove idee”, ha aggiunto.

L’ex presidente dell’Argentina ha sottolineato che alcune delle misure adottate dall’attuale governo del suo Paese sono “idee populiste” e approcci che vede con “preoccupazione”, come ha detto, “alcuni di essi sono utilizzati in Spagna. , misure che non portano benessere né futuro, ma povertà».

Sulla sua possibile candidatura per il cambiamento, Macri ha rifiutato di rispondere e si è promesso “molto felice” di “aiutare i leader più preziosi per la coalizione ad esprimere le loro proposte”.

Riguardo alle elezioni di questa domenica in Brasile, con la vittoria del candidato del partito laburista Luiz Inacio Lula da Silva al primo turno su Jair Bolsonaro, l’ex presidente argentino ha affermato che “al di là di elezioni tese e con posizioni molto opposte”, il giorno delle elezioni brasiliane è stato “un giorno di democrazia e pace”.

READ  L'Italia annuncia la vaccinazione obbligatoria per gli over 50 Comunità

Prima del girone di ritorno, Magri ha spiegato che sarà “aperto” e che avrà un futuro “molto importante” “per l’Argentina e la regione”.