Maggio 16, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia è pronta a inviare 3.400 soldati per la Nato

Il primo ministro italiano Mario Tragi ha dichiarato venerdì che l’Italia è pronta a inviare 3.400 soldati nei paesi della NATO dopo l’invasione russa dell’Ucraina.

L’Italia è pronta a mobilitarsi presto “1.400 uomini e donne dell’Esercito, della Marina e dell’AeronauticaPoi 2.000 truppe in più, hanno promesso i rappresentanti di Draghi in un discorso davanti alla Camera.Queste forze saranno utilizzate “sotto la responsabilità della NATO”, ha osservato.

Diverse centinaia di soldati italiani sono già di stanza in Lituania e Romania. “Italia e Nato vogliono lanciare un messaggio di solidarietà e solidarietà alla causa ucraina e alla difesa dell’architettura di difesa europea”Draghi ha promesso.

“La nostra priorità oggi è rafforzare la sicurezza del nostro continente e esercitare un’enorme pressione sulla Russia affinché ritiri le sue truppe e torni al tavolo dei negoziati”, ha affermato.

L’Italia ha impegnato 110 milioni di euro all’Ucraina per “scopi umanitari e stabilità macrofinanziaria”, nonché per fornire equipaggiamento militare “specificamente per il settore dello sminamento e la fornitura di ‘equipaggiamento di sicurezza’”.

“L’Unione Europea ha dato prova della sua stabilità e solidarietà in questi giorni. Siamo pronti ad adottare misure ancora più drastiche se quanto già dimostrato è insufficiente”, ha affermato.

Disgustoso