Settembre 28, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia ha espulso quasi 1.000 afgani e 500 sono in attesa negli aeroporti – in tutto il mondo

ROMA, 20 ago (Efe) – L’Italia ha evacuato 541 civili afgani negli ultimi cinque giorni, con uno scalo in Kuwait a seguito dell’arrivo dei talebani su un ponte aereo tra Kabul e Roma. La capitale dell’Afghanistan, ha annunciato oggi il ministero della Difesa.

“Più di 1.500 cittadini afgani sono al sicuro: circa 1.000 sono già arrivati ​​in Italia negli ultimi cinque giorni, e gli altri sono in attesa di lasciare l’aeroporto di Kabul”, ha detto oggi il ministro della Difesa Lorenzo Curini.

Nelle prossime ore il KC 767 sarà trasferito all’aeroporto romano di Fyamicino con 103 afgani in mattinata dalla capitale afgana al Kuwait e atterrerà alle 207 atterrando allo stesso aeroporto questo pomeriggio.

“Sono giorni agitati per le forze armate che garantiscono un’importante operazione umanitaria. Grazie a un lavoro di squadra per la cooperazione tra i servizi di sicurezza, esteri, interni e di informazione”, ha affermato il ministro in una nota.

Oltre ai 1.591 civili afgani ex collaboratori delle Forze armate italiane in Afghanistan, altri 59 civili, in maggioranza italiani, sono 1.500 militari sui 19 voli effettuati dall’inizio dell’operazione. Hanno partecipato otto aerei.

Dopo essere stati testati per il virus corona, i collaboratori afgani vengono ora trasportati in autobus in una base militare a Roccarso, nella regione Abruzzo (Italia centrale).

A fine giugno l’Italia ha completato il ritiro delle sue truppe dall’Afghanistan. Secondo il ministero della Difesa, negli ultimi 20 anni nel Paese sono stati feriti 723 soldati italiani e 53 uccisi.