Febbraio 8, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia raccomanda alla Nato di concentrarsi sul “fronte sud” dell’Alleanza.

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 gennaio 2023 – 19:38


Roma, 17 gen. (EFE).- Il Consiglio supremo di sicurezza italiano ha tenuto martedì una riunione in cui ha sottolineato l’importanza di un’“adeguata” attenzione al “fronte sud” dell’alleanza dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO).

“Il Consiglio Supremo di Sicurezza ha convenuto sull’importanza di prestare sufficiente attenzione al fronte sud dell’alleanza Nato”, si legge in una dichiarazione congiunta dopo l’incontro, alla quale hanno partecipato il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella e il Primo Ministro Giorgia Meloni.

“Il Consiglio ha riflettuto sugli sforzi finora compiuti dall’Italia, all’interno dell’Ue o con altri Paesi europei della costa meridionale, per affrontare in modo coordinato le sfide del Mediterraneo”, aggiunge la nota.

Libia, Sahel, Balcani e Medio Oriente sono punti di “importanza strategica” segnalati dalla difesa italiana, particolarmente debole per la “posizione di potere” che la Russia sta conquistando nella regione.

Secondo il governo italiano, in aspetti come l’insicurezza alimentare, la gestione dei flussi migratori, la stabilità dell’approvvigionamento energetico, la sicurezza delle infrastrutture di comunicazione, “aggrava i rischi e le minacce già immediate. L’esposizione alle organizzazioni terroristiche”.

Quanto all’Ucraina, il Consiglio ha convenuto che l’Italia continui a sostenere il popolo ucraino ea sostenere “ogni occasione per negoziare” un accordo di pace che non rinunci “al diritto di un popolo all’autodifesa”. EFE

rom/ad

EFE 2023. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe è espressamente vietata senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA.