Novembre 29, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia raccomanda di applicare la quinta dose del vaccino contro il Covid-19

Il documento rileva che questo nuovo indicatore è determinato “dall’attuale contesto epidemiologico che presenta un aumento della circolazione del virus nel contesto di un aumento del tasso di trasmissione al di sopra della soglia epidemica”.

Secondo questa pubblicazione, la dose aggiuntiva del vaccino modificata per controllare le varianti BA.1 e BA.4-5 dovrebbe essere applicata a persone di età superiore agli 80 anni, nonché a persone di età pari o superiore a 60 anni “che sono debilitate da comorbilità.” e preesistenti

Coloro che hanno già ricevuto la seconda dose di richiamo, o la quarta dose, possono essere vaccinati almeno tre mesi dopo l’ultima somministrazione del vaccino, oppure con un test positivo al coronavirus Sars-Cov-2.

Comprende anche tutte le persone di età superiore ai 60 anni che hanno già ricevuto una quarta dose del vaccino monovalente, che potranno accedere alla quinta dose bivalente su richiesta dell’interessato, 120 giorni dopo la precedente iniezione.

La direttiva afferma che l’obiettivo è “raggiungere un maggiore potenziamento della protezione conferita dai vaccini contro le forme gravi di Covid-19, nel rispetto del principio della massima precauzione”.

Oggi il Ministero della Salute italiano ha segnalato 58.360 nuovi casi di virus Covid-19 nelle ultime 24 ore, una cifra molto superiore ai 13.439 casi segnalati nel precedente segmento giornaliero, ma inferiore ai 65.925 casi segnalati. . la settimana scorsa.

Sono stati condotti 329.569 test e il tasso di positività è superiore del 17,7% rispetto a quello rivelato nel report di lunedì, raggiungendo il 16,0% dopo soli 84.220 test.

Il numero dei contagiati è attualmente di 543.207, di cui 6.993 in reparti regolari, 254 in terapia intensiva negli ospedali e altre 535.960 in isolamento domiciliare.

READ  Israele rilascia il deputato palestinese dopo due anni di carcere

Tra i dati su cui avvertono la maggior parte degli specialisti c’è l’aumento dei decessi, passati da 93 a 113 nell’ultimo giorno, per arrivare a 178.194 dall’inizio dell’epidemia a gennaio 2020.

E il numero totale di persone contagiate da quella data in questo Paese di 60 milioni di persone è salito a 23 milioni 172 mila 370, di cui 22 milioni 450 mila 969 sono stati in grado di superare la malattia.

/ ort