Febbraio 4, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia saluta Mihajlovic

L’Italia saluta Sinisa Mihajlovic. La Sala della Protomoteca del Campidoglio, sede del consiglio comunale di Roma, ha ospitato la cappella funeraria dell’allenatore morto venerdì scorso all’età di 53 anni.. Centinaia di fan si erano accalcati tra striscioni e lacrime sin dal primo mattino. La bara del serbo è arrivata alle 9:40 con tutta la sua famiglia, ed è stata presto ricoperta dalle sciarpe lasciate da DeFosi (soprattutto da Lazio e Roma) e da una della Fifa inviata dal presidente Infantino.

Centinaia di personalità politiche e sportive hanno reso omaggio. Tra loro, l’allenatore del Napoli Luciano Spalletti (“Il calcio ha perso una persona preziosa”), il presidente della Lazio Claudio Lodito, i suoi ex calciatori (Arnautovic, Soriano…) e il suo migliore amico Vincenzo Montella: “Ci conosciamo da 25 anni, pensare a lui come a un combattente Ho lavorato in quattro squadre dopo di lui, Catania, Fiorentina, Sampdoria e Milan, e non una, nemmeno una, ha parlato male di Sinisa. Lo amavano più di ogni altra cosa come persona. È reale, non ha maschere. Ogni volta che lo vedo, vorrei che andasse al Real Madrid. Così, forse, lo era anche il suo successore.

L’allenatore della Fiorentina Daniel Brade, commosso, ha dichiarato: “È stato un campione per tutta la vita. Tutto l’amore che circonda la sua famiglia in questi giorni mostra quello che ha fatto nella vita. Dovrebbe aiutare ad alleviare il dolore”. Giorgia Meloni, Primo Ministro italianoArrivato nel pomeriggio alla cappella funeraria, ha dedicato al serbo davanti alla stampa alcune parole: “Mihajlovic ha lasciato un messaggio in tutto il mondo, al di là del calcio. Sinisa è stato puro coraggio, per questo era così rispettato dai suoi avversari. La vita è una battaglia, bisogna saperla combattere, è arrivato fino alla fine in campo e contro la leucemia con rispetto e rispetto delle regole. E’ stato un grande insegnamento”. Se ne è andato, sa trasmettere i suoi valori. Dobbiamo ringraziarlo”.. L’ultimo saluto a Mihajlovic si terrà questa mattina, quando si terranno i suoi funerali nella Basilica di Santa Maria de los Angeles y los Martyres.

READ  La mafia che ha assassinato Cosa Nostra, i giudici Falcon e Porcelino in Italia