Dicembre 9, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lo farebbero con baci eterosessuali?

I cinema dovrebbero avvertire gli spettatori di un bacio gay in un film per bambini? Lo fa con baci eterosessuali? Bene, è quello che è successo in Perù e in altri paesi dell’America Latina, un paese che, alla premiere del film per bambini “Anno della luce”, includeva un avvertimento sulle “scene con un’ideologia di genere”. Tutto perché vedi un bacio tra due ragazze e due donne e due signore. L’avviso è vergognoso, ma almeno in Perù o Guatemala possono vedere il film. Perché ci sono 14 paesi del Medio Oriente e dell’Asia in cui il film non è stato distribuito direttamente.

La Cina ci sta ancora pensando. Sì, mettono in discussione qualcosa di naturale come un bacio tra due donne. È come se i bambini vedessero baci tra un uomo e una donna e non tra due donne. E non è tutto: come leggiamo sul “Washington Post”, alcuni dirigenti Disney hanno chiesto alla loro sussidiaria Pixar di rimuovere la scena. Fortunatamente, diversi dipendenti dell’azienda hanno firmato una lettera per la Disney a sostegno dei gruppi LGTBI e la sequenza è rimasta. La verità è che il film ha fatto la storia essendo la prima produzione Pixar a includere una scena LGBT pubblica.

Il regista del film, Angus MacLean, ha recentemente difeso: “Abbiamo avuto il pieno sostegno dello studio”. “Hanno insistito per questo (che questa scena fosse rimossa), davveroMa la Disney pensava che il film dovesse essere distribuito proprio come è stato girato”, ha aggiunto Galen Sussman, il produttore del film, in un’intervista con Europa Press, spiegando che la società non aveva mai considerato l’opzione di tagliare le scene per la distribuzione in alcuni mercati internazionali. questa parte del franchise è Il film che il giovane Andy, il primo protagonista di Toy Story, ha visto nel 1995, ed è rimasto così stupito che Buzz Lightyear è diventato uno dei suoi giocattoli preferiti.

READ  J Balvin è arrivato ad Arequipa per il suo concerto al Beer Garden 2022 | Video | celebrità | mmm | Luci

Da Cineplanet, che si occupa della distribuzione di questo film in alcuni paesi dell’America Latina, non si sono presi molto tempo per contrastare le critiche pubblicando un comunicato in cui si scusa per quanto accaduto: “Riguardo al messaggio pubblicato nella sinossi del film d’animazione ‘Lightyear’ , vogliamo comunicare che ci rammarichiamo per questo fatto che non rappresentano i nostri valori e la cultura della diversità, dell’uguaglianza e dell’inclusione che promuoviamo come azienda, motivo per cui abbiamo ritirato questo messaggio una volta identificato. Da Cineplanet lo faremo continuare a pubblicizzare e portare avanti le nostre politiche con l’obiettivo di contribuire a Hai una società basata sul rispetto e sull’inclusione”.

Lightyear è un film nel regno di altri film e la Pixar ha scelto Angus MacLane, che ha esordito nel cinema, ma è una vecchia conoscenza di The Factory, dove è animatore in studio dal 1997. In particolare, MacLane ha effettivamente lavorato su l’altro sottogenere dell’eroe intergalattico, “Buzz Lightyear: The Movie”, è un titolo che ha fatto vendite nazionali nel 2000. “Mi sentivo davvero come se avessi un certo legame con il personaggio, essendo stato nel film d’animazione del 2000 , oltre ad essere un animatore. [en ‘Toy Story 2’ y ‘Toy Story 3’]. MacLean ha detto che conoscevo l’anno di Buzz Lightyear e sentivo di poterne creare uno completamente nuovo”, sottolineando che questo film ha un protagonista. “Indipendente con uno spirito rinnovato e diverso.”