Novembre 27, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lo hanno descritto come il crimine di costringere i lavoratori a votare in Brasile

Il sito ufficiale del Dipartimento del Commercio e dell’Industria segnala che una dichiarazione in tal senso viene trasmessa alla radio e alla televisione e i casi di stalking volontario devono essere segnalati dall’app Pardal o dal Ministero del lavoro pubblico.

Questa iniziativa consiste in un programma audiovisivo di 30 secondi e uno spot radiofonico di 45 secondi.

Secondo Giselly Siqueira, ministro delle Comunicazioni e del Multimedia del TSE, i vantaggi di rivelare alla popolazione brasiliana le campagne della corte mirate alle elezioni sugli incentivi al voto al secondo turno e sulla pace nelle elezioni possono già essere verificati. , tra le altre cose.

Squeira osserva che l’avviso contro le molestie “aggiunge un nuovo messaggio chiave a questa mobilitazione e contribuisce efficacemente alla chiarezza e alla partecipazione della comunità allo svolgimento delle elezioni del 2022”.

All’inizio di ottobre, l’Unità centrale di Trabajadores (CUT) ha denunciato la pratica dei datori di lavoro di molestare i dipendenti per costringere i dipendenti a votare per il presidente di estrema destra Jair Bolsonaro nel secondo turno di votazioni.

Il CUT ha avvertito che dopo aver determinato il primo turno il 2 ottobre tra i candidati, l’ex militare e l’ex presidente Luis Inacio Lula da Silva, “sono aumentate le richieste sui social per i datori di lavoro che cercano di costringere i lavoratori a votarli. Bolsonaro” con minacce di licenziamento.

Pertanto, l’ente sindacale, nel suo ruolo primario di assistenza ai lavoratori, ha realizzato sul proprio portale (www.cut.org.br) uno spazio dedicato a queste istanze. Un lavoratore che teme ritorsioni può sporgere denuncia anonima.

Il CUT e altri centri centrali inviano fascicoli al Ministero pubblico del lavoro e presentano anche denunce all’ILO, adducendo le molestie elettorali come una pratica antisindacale per le imprese.

READ  Cuba ringrazia la solidarietà internazionale contro l'embargo statunitense

“Tutte queste pratiche criminali dei datori di lavoro devono essere combattute, condannate e punite, in modo che ai lavoratori possa essere garantita la completa libertà di voto, di esercitare la democrazia e di scegliere il candidato secondo i loro principi”, ha affermato Ronnie Barbosa, Segretario alle Comunicazioni. da TAGLIO.

Lula, portabandiera del Partito Laburista, ha vinto il primo turno delle elezioni con il 48,43 per cento dei voti, contro Bolsonaro, che aspira a essere rieletto al Partito Liberale ed era pari a 43,20.

Nessuno dei candidati al potere in quella prima causa ha ottenuto la maggioranza assoluta dei voti, cioè più della metà dei voti validi (esclusi i voti nulli e i voti non validi), come richiesto dalla legge brasiliana per essere eletto.

rapina / ocs