Dicembre 7, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lo sceneggiatore spiega a “Rings of Power” perché non hanno seguito la legge di Tolkien

Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere È diventata una serie controversa come previsto dai fan di Tolkien. Lo stesso I creatori hanno ammesso di aver commesso degli errori Nella prima stagione si vocifera che la piattaforma non sia contenta del risultato.

Sebbene ci fossero molte persone che hanno amato la serie, le critiche sono arrivate da diversi fronti. Gli studiosi di Tolkien affermarono fin dall’inizio di aver cambiato il canone dei libri con standard alquanto dubbi. I creatori hanno affermato che uno dei motivi è che non hanno diritto all’intera opera dello scrittore inglese, tuttavia, ci sono più motivi.

La serie ha ricevuto molte licenze quando si tratta di riscrivere la storia.

Video Amazon Prime

Inoltre, queste spiegazioni non hanno convinto molti fan, perché, secondo i creatori, ne hanno solo il diritto Signore degli AnelliIn questo libro molte cose sono cambiate. L’ordine degli eventi, gli alberi genealogici, l’uso di qualche grande materiale… In effetti, uno dei principali dubbi della critica era sul perché la stagione si concludesse con la formazione dei tre episodi degli elfi, quando questi ultimi sono in corso la creazione di episodi, il che è incoerente anche con i film di Peter Jackson.

La giustificazione dello sceneggiatore

Doveva apparire la formazione degli anelli elfici

Jennifer Hutchison, sceneggiatrice della serie, ha spiegato in un’intervista a riflettere Quali sono le priorità del romanzo in questa prima stagione e perché questo ha richiesto una mancanza di rispetto per l’opera originale. Secondo lei, ad un certo punto della stagione doveva essere visto uno degli episodi della Forza.

READ  Dalla noia alla festa ungherese con Mando e Luke Skywalker

Anche nelle scene più intime viene preservata l'ossessione per i dettagli, l'attenzione alla luce e l'essenza epica e avventurosa della produzione.

Alcune cose nella serie vanno contro anche i film di Jackson.

Video Amazon Prime

“Gran parte della stagione riguarda gli elfi e il loro viaggio, il viaggio di Galadriel, la scomparsa dell’Eregion. Quindi volevamo collegare questi episodi a quella storia. Si trattava di restringere la nostra attenzione su di loro e rendere quegli episodi il culmine della stagione. Perché dovevamo fare gli episodi. Sembrava il culmine di quell’arco narrativo, piuttosto che cercare di manipolare il programma in un modo diverso. ”

Lo sceneggiatore nota un’altra rottura con la Legge di Tolkien. Nel libro originale si dice che Sauron trascorse 300 anni con gli elfi manipolandoli finché non fu in grado di formare tutti gli anelli del potere. Nella serie, “The Dark Lord” dura solo due giorni e gli episodi si formano entro una settimana. Qualcosa di cui si è discusso sui social network, poiché c’erano quelli che lo consideravano narrativamente necessario e altri che pensavano che si sarebbe potuto fare diversamente.

Bronwyn (Nazanin Boniadi) e Arondir (Ismail Cruz Cordova) non sono riusciti a fermare il crimine di Arda.

I fan di Tolkien sono molto selettivi su alcuni aspetti dell’adattamento.

Video Amazon Prime

Nel frattempo, la seconda stagione è già iniziata. Le voci sul licenziamento dei creatori della serie perdono vigore, perché sono in pieno svolgimento. Quelli hanno ammesso che la serie ha difetti narrativi, tuttavia, e non continuerà fino alla terza stagione, quando sarà possibile vedere queste correzioni, poiché la sceneggiatura della seconda puntata è stata scritta molto prima che fosse rilasciata la prima versione.