Maggio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lo spazio mobile di PROTECCYL visiterà 37 comuni della provincia

Lo spazio mobile di PROTECCYL visiterà 37 comuni della provincia

-annuncio-

formulazione. –Lunedì mattina, la Delegata Territoriale del Consiglio di Amministrazione di Valladolid, Raquel Alonso, insieme al Direttore Generale dell’Agenzia per la Protezione Civile e l’Emergenza, Irene Cortés, e il Sindaco di Renido de Esgueva, Jesus Martin, hanno visitato l’Unità Mobile di il programma di autotutela. L’unità si trova nella città di Renedo de Esgueva a Valladolid, dove fornirà informazioni e promuoverà la cultura preventiva della popolazione locale.

La Junta de Castilla y León, attraverso l’Agenzia di Protezione Civile del Ministero dell’Ambiente, dell’Abitazione e della Pianificazione Territoriale, ha stanziato un totale di 3.103.000 euro per lo sviluppo del Programma di Autoprotezione della Castilla y León (PROTECCYL), finanziato dal Fondo Europeo Feder React UE. Questo programma è la prima fase del piano per rafforzare l’autoprotezione in Castilla y León approvato dal governo regionale nel novembre 2021.

Il progetto sarà annunciato da tutti i comuni della comunità in generale, e dai comuni di Valladolid in particolare, attraverso due grandi unità mobili che forniranno ai residenti delle zone rurali l’opportunità di acquisire capacità di autoprotezione e prendere decisioni appropriate in situazioni di emergenza .

In particolare nella provincia di Valladolid, le unità mobili visiteranno un totale di 37 comuni fino al 16 giugno, estendendo con nuovi percorsi e formazione fino alla fine del 2023. PROTECCYL ha iniziato le riprese il 28 febbraio nella capitale di Valladolid, in concomitanza con la presentazione di il programma e si è già fermato in alcuni Comuni come Arroyo de la Encomienda, Fuensaldaña, Mucientes, Cigales, Valoria la Buena, Cabezón de Pisuerga e Santovenia de Pisuerga. Oggi sarà installato a Renedo de Esgueva e nelle prossime settimane questi spazi mobili continueranno a portare cultura protettiva in altri comuni come La Cistérniga, Ataquines, Fresno el Viejo, Carpio, Nava del Rey e Alaejos, dove è previsto arriva il 31 maggio

READ  La scoperta di uno strano "fossile" più di un secolo fa rimane un mistero

Già a giugno, una delle unità mobili bianche su cui sono impresse immagini della vita quotidiana attraverserà altri 19 comuni: Castronuño, Pollos, Tordesillas, Rueda, La Seca, Medina del Campo, Pozal de Gallinas, Olmedo, Alcazarén, Mojados, Matapozuelos, Serrada, Valdestillas, La Pedraja de Portillo, Portillo, Aldeamayor de San Martín, Tudela de Duero, Boecillo e Viana de Cega. La seconda unità mobile completerà le sue visite alle città di Villabrajima, Medina de Rioseco, Villalon de Campos e Majorga.

Organizzazione su tre assi

Con questo programma di autoprotezione, Junta de Castilla y León intende preparare la popolazione delle zone rurali a tutti i tipi di rischi: rischi naturali legati a fenomeni meteorologici avversi; pericoli umani (causati da azioni umane che vanno da incidenti domestici a incidenti stradali attraverso incendi, perdite, avvelenamenti, inondazioni, ecc.); e rischi tecnologici come materiali chimici, biologici, radiologici e nucleari.

Nell’ambito dello sviluppo del programma, attività e risorse innovative saranno implementate nei loro spazi mobili che sono stati adattati per trasmettere la cultura preventiva. I partecipanti di PROTECCYL troveranno video informativi, storie animate per bambini, giochi interattivi, una stanza di fuga virtuale, esperienze di realtà virtuale, discorsi, ecc.

Le unità mobili sono allestite in modo che tutti possano partecipare secondo la loro età e capacità. Allo stesso modo, i partecipanti saranno accompagnati durante tutto il periodo di formazione e informazione da osservatori dedicati all’autotutela, che li guideranno nello sviluppo della sperimentazione.

PROTECCYL è organizzato attorno a tre assi, il primo dei quali si concentrerà sullo sviluppo del programma nei primi mesi. Questa prima linea si rivolge ai comuni cittadini, con particolare attenzione ai bambini in età scolare e alle persone vulnerabili; Il secondo asse si concentrerà sugli operatori economici, rivolgendosi a titolari di attività il cui sviluppo può comportare rischi e danni a terzi; Il terzo asse si concentrerà sugli agenti di facilitazione, sui servizi di assistenza al cittadino e sulle organizzazioni che partecipano al sistema di protezione civile.

READ  Assassin's Creed Mirage e il bellissimo tributo di Ubisoft al gatto di un fan deceduto