Marzo 5, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Luka Doncic torna a fare quello che nessuno ha fatto prima di lui in NBA |  soddisfazione

Luka Doncic torna a fare quello che nessuno ha fatto prima di lui in NBA | soddisfazione


Gli Utah Jazz hanno una partita in crisi tra le mani Luca Doncic. Il giocatore sloveno ha firmato due nuovi traguardi storici nel ritorno dell’NBA, una notte ricca di prestazioni dopo il riposo accumulato dalle squadre che non gareggeranno nella fase finale del torneo stagionale già in corso. semi finale.

I Mavericks non hanno dato alcuna possibilità ai Jazz mentre li battevano Da 147 a 97 In una partita in cui Luka Doncic ha messo a segno la 60esima tripla doppia della sua carriera e ha superato Larry Bird nella lista di tutti i tempi della NBA in quel reparto. “È una cosa straordinaria. Lo sloveno ha ammesso dopo la partita, dicendo: “Non so cosa dire. Sappiamo tutti cosa significa il nome Larry Bird. È qualcosa di molto speciale”. Dopo alcuni giorni di riposo extra, non ci è voluto molto per riportare la partita sulla giusta strada e segnare una tripletta prima dell’intervallo. È la prima volta nella storia della NBA che un giocatore segna 25 o più punti prima dell’intervallo e raccoglie anche una tripla doppia Con il resto delle statistiche un’altra tappa storica della sua carriera negli Stati Uniti.

· Controlla le nostre valutazioni NBA qui

La giornata era stata particolarmente vantaggiosa per gli interessi di Dallas. Non solo si sono piazzati al quarto posto, interrompendo la serie di sconfitte consecutive, ma hanno anche approfittato della battuta d’arresto dei Nuggets e dei Thunder per avvicinarsi alla classifica. Il prossimo programma dei Mavericks è uno dei più impegnativi della competizione, poiché dovranno recarsi a Portland e Memphis, ospitare Lakers e Timberwolves e affrontare Nuggets, Clippers e Suns, tra gli altri, prima della fine dell’anno. L’Occidente fa piccole concessioni nei momenti difficili – chiedi ai Warriors che non giocherebbero adesso – e concludere l’anno in bellezza potrebbe definire le aspirazioni di Dallas per il resto della stagione. Saranno uno dei protagonisti delle qualificazioni o saranno pienamente coinvolti nella battaglia per i posti? Prima del 2024 toglieremo i dubbi.

I risultati NBA di stasera

  • Filadelfia 76ers 131-Washington Wizards 126

  • Memphis Grizzlies 116-Detroit Pistons 102

  • Orlando Magic 111-Cleveland Cavaliers 121

  • San Antonio Spurs 94-Minnesota Timberwolves 102

  • Brooklyn Nets 114-Atlanta Hawks 113

  • Miami Heat 112-Toronto Raptors 103

  • Oklahoma City Thunder 101-Houston Rockets 110

  • Charlotte Hornets 100-Chicago Bulls 111

  • Utah Jazz 97-Dallas Mavericks 147

  • Denver Nuggets 102-Los Angeles Clippers 111

il resto del giorno

Mostre e ritorni

Qualcosa Joel Embiid Con i Washington Wizards, e non solo, sono una delle peggiori squadre della NBA, ma hanno addirittura 17 sconfitte in 20 partite. Il centro camerunese, che esattamente un mese fa aveva segnato 48 punti, Questa volta ne ha segnati 50 In quello che è già il picco della sua stagione con 13 punti e 7 assist. È vero che i Sixers avevano bisogno della loro migliore versione del gioco per battere il rivale, ma l’impegno profuso da Embiid non sembra una coincidenza viste le due prestazioni che ha messo a segno. Il suo grande gioco è andato oltre il gioco Desmond Bane In Grizzlies – Pistons, una delle sorprese della serata senza dubbio con la miglior partita della sua carriera. 49 punti e 8 assist Memphis ha aggiunto la sua sesta vittoria in questa stagione dopo che Santi Aldama ha raccolto 7 punti e 3 rimbalzi.

Anche se la partita più emozionante della serata è stata Pepite – Tosatrici e Reti – Falchi. I Clippers hanno aggiunto una vittoria impressionante battendo i Nuggets, un esempio del potenziale che possono mostrare nella NBA se uniscono il loro talento nella stessa direzione. I Big Four hanno segnato 26 punti nel quarto quarto, più di tutti i giocatori dei Nuggets, e hanno finito per vincere nonostante la tripla doppia di Jokic – con 9 su 32 al tiro, numeri insoliti per il serbo. E nell’altro incontro Michele Ponti Ha deciso con pochi secondi rimasti su uno dei canestri della serata, rispondendo a una tripla di Trae Young che ha portato Atlanta in vantaggio. I due hanno segnato più di 30 punti nel loro acceso duello.

Nel resto della giornata i Cleveland Cavaliers hanno battuto gli Orlando Magic, nonostante i 42 punti di Paolo Banchero, il Minnesota ha continuato la sua corsa sicura in vetta al West e non ha avuto problemi con gli Spurs, mentre i Miami Heat hanno surclassato i Raptors. con 21 punti e 12 punti. Palla rimbalzata da Caleb Martin. Le cose peggiorarono per i Thunder, che non furono in grado di superare gli Houston Rockets sconvolti – e di un punteggio Alperen Sengun è diventato più solidoI Bulls hanno segnato 29 punti di DeRozan contro gli Charlotte Hornets. La serata si è conclusa con una vittoria per la squadra dei Warriors, che sfiora il 50% di vittorie e sconfitte, dopo la vittoria sui Blazers. 31 punti da Stephen Curry.

Luis Hidalgo

Da esperto di SuperManager acb – fantasy game della Endesa League – a giornalista, Luis Hidalgo ha iniziato la sua carriera coprendo la Coppa del Mondo FIBA ​​2014 come influencer e ha scoperto…

READ  Luis Suarez è stato magnificamente presentato al Gremio