Maggio 30, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lula incontrerà Zelenskyj a margine degli incontri delle Nazioni Unite dopo le tensioni…

Lula incontrerà Zelenskyj a margine degli incontri delle Nazioni Unite dopo le tensioni…

Bloomberg – Il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva incontrerà per la prima volta il suo omologo ucraino Volodymyr Zelensky questa settimana a New York a margine dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Questo incontro rientra nel quadro degli sforzi volti ad affrontare le controversie legate all’invasione russa dell’Ucraina. Tre funzionari brasiliani hanno confermato questo prossimo incontro bilaterale.

Si prevede che Zelenskyj rinnoverà i suoi sforzi diplomatici per ottenere il sostegno dei paesi del sud nell’assumere una posizione più forte contro la Russia per la sua invasione dell’Ucraina. L’incontro è previsto per mercoledì alle 16 e si terrà al Lotte Palace di New York, dove si trova attualmente il presidente Lula in visita a New York.

Non c’è stata alcuna risposta o commento immediato da parte di Serhiy Nikiforov, portavoce del presidente Zelenskyj.

L’incontro sarà uno degli eventi più importanti della settimana dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, data la recente storia di disaccordi tra due dei leader politici più importanti del mondo. Da quando è entrato in carica a gennaio, Lula ha cercato di posizionare il suo Paese come arbitro neutrale nel conflitto, una mossa ostacolata dalla sua iniziale insistenza sul fatto che Zelenskyj, gli Stati Uniti e l’Unione Europea condividano la colpa della guerra.

Lula ha tenuto una videochiamata con Zelenskyj a marzo e ha inviato il suo principale consigliere per la politica estera a Kiev due mesi dopo. Tuttavia, non si sono incontrati di persona e il loro ultimo tentativo di colloquio faccia a faccia al vertice del G7 è fallito. Si è svolto a maggio in Giappone, nel pieno dell’intensità della Crociata.

READ  I nomi di Lula sono stati confermati dalla Corte Suprema e dalla Procura Generale del Brasile

Molti paesi del cosiddetto Sud del mondo si sono mostrati scettici nei confronti degli sforzi degli Stati Uniti e dell’Europa volti ad aumentare la pressione sulla Russia, e leader di spicco, come Narendra Modi in India, si sono rifiutati di condannare Vladimir Putin per l’invasione del febbraio 2022. ha aderito e non ha aderito alle sanzioni internazionali contro Mosca nell’era di Lula o del suo predecessore, Jair Bolsonaro.

All’inizio di questo mese, Lula ha detto che Putin sarà libero di recarsi in Brasile per partecipare al vertice del G20 del prossimo anno a Rio de Janeiro nonostante il mandato di arresto emesso dalla Corte penale internazionale. Per presunti crimini di guerra, una dichiarazione che i rivali del presidente vedevano come prova del fatto che non poteva essere un arbitro neutrale nel conflitto. Lula ha poi ritrattato i suoi commenti, dicendo che la decisione spetterà ai tribunali brasiliani.

–In collaborazione con Darina Krasnolotska.

Maggiori informazioni su Bloomberg.com