Aprile 23, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“L'universo non ha limiti”

“L'universo non ha limiti”

Abbiamo localizzato Francisco Javier Castander (Lida, 1968) alle Hawaii. Rappresenta l'Istituto di Scienze Spaziali del Consiglio Supremo per la Ricerca Scientifica (ICE-CESIC) ed è uno dei coordinatori del convegno L'unione di Euclide In Spagna. Partecipato a Riunione collaborativa sullo strumento di spettroscopia dell'energia oscuraSono in fase di analisi i risultati del primo anno del progetto DESI dedicato allo studio delle galassie lontane.

Ma ciò che occupa la maggior parte del tempo di Castander è Euclid, una missione dell'Agenzia spaziale europea che mira a migliorare la comprensione dell'energia e della materia oscura attraverso misurazioni precise. L'universo ha accelerato. La navicella spaziale Euclid, lanciata nel luglio di quest'anno, è un complemento della missione Planck lanciata dall'Agenzia spaziale europea nel 2009.

Castander, coordinatore della Simulation Organization Unit (OU-SIM) per il Science Ground Segment (SGS) della missione, ha spiegato il contenuto del suo lavoro (tanto affascinante quanto monumentale, si potrebbe dire) alla Fondazione Ramon Areces con un conferenza Misurare l'universo con la missione spaziale Euclid. Durante il suo discorso alla fondazione diretta da Raymundo Pérez Hernández, Castander ha riconosciuto che la motivazione principale della missione di Euclid era comprendere, ad esempio, l'energia oscura. “Ecco perché – ha sottolineato – ci candidiamo principio cosmico, “La teoria della relatività generale e il modello di formazione della struttura.”

“Studiando le galassie possiamo prevedere le fluttuazioni che hanno generato nell’universo primordiale”.

Con tutti questi obiettivi, e con gli strumenti forniti da Euclid, saremo in grado di rispondere a domande come: Cos’è la materia oscura? Cos'è l'energia oscura? La relatività generale è la teoria corretta della gravità? Per fare questo, secondo il ricercatore Ramon Areces, è necessario campionare grandi quantità, moltissimi oggetti (miliardi). Determinare le distanze, misurare le deformazioni e campionare il tempo. Grandi mappe realizzate sulla Terra da DESI e nello spazio da Euclid.

READ  Google Talk: questa applicazione scompare - applicazioni - tecnologia

Chiedo. Dove si trova Euclide adesso?

Risposta. Ruota attorno al punto di Lagrange L2. I punti di Lagrange sono luoghi dove… forza gravitazionale Il sole e la terra sono uguali. L2 è il più lontano dall'orbita terrestre. Si trova a una distanza equivalente al 10% della distanza tra la Terra e il Sole, ovvero 1,5 milioni di chilometri.

S. Quali pericoli affronta la missione nel suo cammino?

R. Ebbene ci tengo a dirvi che il lancio è sempre un momento delicato perché possono capitare dei fallimenti. Euclid impiegò circa un mese per raggiungere l'orbita prevista. Una volta non ci sono grossi rischi. Il pericolo più grande Viene introdotto dai raggi cosmici che colpiscono costantemente il satellite e col tempo danneggiano i rilevatori.

S. L'universo può essere misurato? Hai dei limiti?

R. Sì, Euclid è stato creato e rilasciato appositamente per questo scopo Misurare l'universo. Non ha confini e quindi non ha confini

S. Come possiamo capirlo attraverso questo compito?

R. Euclide utilizza due elementi osservabili per misurare l'universo: distorsioni causate da effetti di lente gravitazionale e… Assemblare il materiale. Usando queste due osservazioni, possiamo misurare la geometria dell’universo, il suo tasso di espansione e il modo in cui la gravità influenza la materia. In questo modo possiamo sapere qual è il contenuto della materia e dell'energia.

S. Come possiamo comprendere meglio l’energia e la materia oscura?

R. Rileviamo la materia oscura a causa degli effetti gravitazionali che produce. Mappando l'universo, siamo in grado di determinare la quantità e la natura della materia oscura presente. Possiamo comprendere l'energia oscura studiando il tasso di espansione dell'universo La sua variazione nel tempo.

READ  La piattaforma musicale ha smesso di funzionare in tutto il mondo

S. In che modo la scienza aiuterà a misurare questa accelerazione nell’universo?

R. Ti permetterò di capirlo, Comprendi il tuo passato E predire il tuo futuro.

S. Qual è il rapporto tra la spedizione di Euclide e Planck?

R. Quest'ultimo ha studiato la radiazione cosmica di fondo, che è una mappa di come era l'universo in uno stadio primitivo, quando aveva 400mila anni. È il momento in cui i fotoni si separano dal resto della materia Quando l'universo si espande e si raffredda. Ci fornisce molte informazioni sull’universo primordiale.

S. Quali sono le differenze con il compito di Euclide?

R. Euclide studia gli ultimi 10 miliardi di anni dell'universo e, per estensione, come appare l'universo attuale e come si è evoluto. Le informazioni che ci fornisce sono complementari alla comprensione di Planck su come farlo Universo primordiale Ha raggiunto la sua forma e struttura.

S. Quali risultati ha effettivamente restituito il telescopio?

R. Durante i primi tre mesi della missione, sono stati raccolti dati per verificare che tutti i sistemi funzionassero e per calibrare l'hardware. Durante questa fase furono pubblicate le osservazioni che furono pubblicate all'inizio di novembre per dimostrare le capacità di Euclide. A dicembre è iniziata la mappatura, che consiste in Misura un terzo dell'intero cielo.

[Encrucijada mundial: la naturaleza y sus recursos frente a la tecnología]

S. La teoria della relatività generale di Einstein è ancora valida?

R. Finora, la relatività generale descrive tutti i fenomeni che possiamo osservare. Euclide fu lanciato per misurare l'universo Più precisamente In questo modo siamo in grado di confermare se la gravità funziona come pensiamo.

READ  Finestre rotonde: l'elemento inaspettato che definisce lo spazio | Stile di vita

S. Euclide può misurare la dimensione e la direzione delle galassie?

R. Sì, in effetti, è stato migliorato per poterli misurare. E fallo per Miliardi di galassie. Ciò determina gli effetti della lente gravitazionale.

S. Potrebbe spiegare l'inizio dell'universo e i primi passi del Big Bang?

R. Chiaro. Nell'universo primitivo si verificano fluttuazioni e nel tempo, a causa della forza di gravità, si uniscono per formare le galassie che osserviamo. Studiando le galassie possiamo prevedere come erano Le fluttuazioni che ha generato Nell'universo primordiale.