Aprile 22, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Maite Zaldivar, sullo stato di salute di Julián Muñoz: “È un paziente molto pericoloso”.

Da Giuliano Muñoz All'inizio di marzo è stato ricoverato all'ospedale Costa del Sol di Marbella, città di cui è sindaco, e si è diffuso un crescente allarme di preoccupazione per la sua salute. Si sapeva fin dall'inizio che il motivo del suo ricovero in ospedale era A Insufficienza respiratoriaMa col passare dei giorni e delle notti, le voci parlavano di altri scenari, come: Complicazioni della tua malattia – i cui dettagli non sono stati divulgati – e che non sono stati risolti nemmeno dopo aver lasciato il centro medico.

Pertanto, ogni goccia di informazione fornita dal tuo ambiente immediato viene valutata come Un approccio alla verità. E ora, di nuovo, Mayte Zaldivarla sua ex moglie, che ha parlato delle delicate condizioni di salute dell'ex sindaco della città della Costa del Sol.

“Tutto è uguale, è più tranquillo e segue le stesse linee guida.”Zaldivar si è espresso davanti ai microfoni stampa europea Dopo che si è saputo che era stata la famiglia di Muñoz, con l'obiettivo di garantirgli un ambiente più accogliente, a richiedere la suddetta dimissione medica.

“A volte bene, a volte non così bene.”

Sebbene possa essere ragionevolmente interpretato come un segno di buon auspicio, la verità è che non significa un miglioramento significativo delle tue condizioni. “È un paziente ad alto rischio. Vogliamo che sia il più calmo e felice possibile”.Zaldivar ha sottolineato a questo proposito.

Ha aggiunto: “Sta ricevendo tutte le cure a casa, proprio come se fosse in ospedale. In questo momento è una reazione”.ha detto la sua ex moglie sullo sviluppo di Muñoz, riassumendo com'è “A volte bene, a volte non così bene.” Spiegando che nonostante tutto, è consapevole di chi lo circonda in questi momenti difficili: “Lui lo sa benissimo, soprattutto io. Con lui ci sono le figlie e i nipoti“.

READ  James Cameron e il suo studio scientifico per dimostrare che Jack non era adatto a sedersi al tavolo del Titanic

“Lo faccio perché viene dal mio cuore e perché lo voglio. Ha già detto che gli dispiace. Ha già detto tutto.”Zaldivar ha rimosso i fantasmi delle voci, gli echi del passato che ora servono solo a complicare un processo che è diventato esso stesso più difficile di quanto vorremmo.

Il suo rifugio sono le persone che ama, dice Zaldivar: “Non vuole parlare con nessuno. Gli amici con cui parla sono condiscendenti, gli mancano tutti. I pazienti sono molto affettuosi.” “Ha molti amici e riceve molte chiamate.”

Segui il Canale Diario AS su WhatsAppDove troverai tutto lo sport in un unico posto: l'attualità del giorno, l'agenda con le ultime notizie sugli eventi sportivi più importanti, le foto più importanti, l'opinione dei migliori marchi dell'AS, reportage, video e altro ancora. umorismo di tanto in tanto.