Maggio 23, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

mercati globali – Il rendimento obbligazionario statunitense raggiunge il massimo degli ultimi tre anni; Le azioni scendono in base alle previsioni del tasso

di Herbert Lash

NEW YORK (Reuters) – Un indicatore dei titoli globali è sceso lunedì, sotto la pressione dei titoli tecnologici mentre i rendimenti dei Treasury USA sono aumentati in vista dei dati sull’inflazione che potrebbero spingere la Federal Reserve a inasprire la politica abbastanza da rallentare la ripresa dell’economia.

L’euro è salito contro il dollaro e sta per porre fine a una serie di sconfitte di sette giorni dopo che il presidente francese Emmanuel Macron ha sconfitto la candidata di estrema destra Marine Le Pen al primo turno delle elezioni presidenziali giovedì.

* Detto questo, il dollaro ha tenuto vicino ai massimi di due anni contro un paniere di sei valute principali, è salito di circa l’1% contro lo yen e anche contro valute legate alle materie prime come il dollaro canadese, l’Australia e la Nuova Zelanda.

* Il rendimento dei Treasury a 10 anni è migliorato di 5 punti base al 2,765%.

* Gli economisti intervistati da Reuters prevedono che la lettura di marzo dell’indice dei prezzi al consumo mostrerà un aumento dell’8,4% su base annua martedì.

* I rendimenti sono aumentati prima che la Fed aumentasse i tassi, qualcosa che Dec Mullarkey di SLC Management prevede essere di 50 punti base in ciascuno dei prossimi tre incontri della Fed.

* “La Fed si muoverà in modo aggressivo. Il mercato ha già fissato un prezzo”, ha affermato Mularkey.

* “Non vogliono che questo sia un problema nelle elezioni di medio termine” di novembre, il che determinerà se i repubblicani possono strappare il controllo del Senato e della Camera dei rappresentanti ai Democratici del presidente Joe Biden. Né vogliono essere nella posizione di non controllare l’inflazione.

READ  WhatsApp sta testando una directory aziendale locale nell'app

* I titoli tecnici in Europa hanno spinto al ribasso i principali indici azionari di Wall Street.

* L’indice azionario globale MSCI è sceso dell’1,01%, l’indice europeo STOXX 600 ha chiuso in ribasso dello 0,61% e le azioni principali di Wall Street sono scese di oltre lo 0,5%.

– Entro le 1616 GMT, i prezzi del greggio sono scesi del 4%, mentre il greggio Brent veniva scambiato a meno di $ 100 al barile con l’intenzione di rilasciare volumi record di riserve strategiche e continue chiusure in Cina.

L’indice del dollaro è salito dello 0,092% e l’euro dello 0,15% a 1,0892 dollari. Lo yen ha perso lo 0,95% contro il dollaro a 125,51 unità.

E l’oro è salito dello 0,2 per cento a $ 1950,04 l’oncia, dopo aver toccato il livello più alto dal 14 marzo a $ 1968,91.

Grafico (inglese): Stati Uniti e Cina https://tmsnrt.rs/3jHOuJ7

Tassi di cambio nel mondo http://tmsnrt.rs/2hzquG7

Performance degli asset nell’anno http://tmsnrt.rs/2szi3CI

Macron e Le Pen si dirigono verso un ballottaggio ristretto in Francia

Macron cercherà di aggiungere più voti tra la classe operaia in Francia

Shanghai allenta il blocco in alcune aree nonostante il picco dei casi di coronavirus

Kochi ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ >

(Segnalazione di Samuel Indyk e Elizabeth Hoecroft a Londra, Sruthi Shankar a Bengaluru, Wayne Cole a Sydney; montaggio spagnolo di Carlos Serrano)