Settembre 29, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Mercato in diretta: iscrizioni, cancellazioni, rinnovi e last minute di oggi

Il mercato salva il Newcastle

Firma, firma e firma per vincere, vincere e vincere ancora. Questo edificio è stato installato a St James’ Park quando il consorzio saudita è sbarcato a Newcastle, Pronti a far volare le gazze più in alto che mai. Bastano milioni per diventare il club finanziario più potente del pianeta, ma i dubbi infiniti possono essere calmati solo dai risultati, non dai contratti. Tuttavia, la regressione aveva raggiunto il mercato invernale e la prima richiedeva la seconda.

Tra le tante voci esplosive è arrivato il primo cambiamento degno di nota, Eddie Howe, un tecnico molto apprezzato a Bournemouth ma meno conosciuto di alcuni suoi colleghi che sono passati attraverso la piattaforma dei rumor. La squadra non ha iniziato e, il 12 gennaio, era cinque punti dietro la redenzione di Burnley, diventando a volte la linea di fondo. Ma l’albero tremava. Non erano crack, ma sono sbarcati a Newcastle come lavoratori Chris Wood, Dan Burn o Matt Targett. Calciatore famoso come Trippier e gelato nel primo mercato del New Newcastle: Bruno Guimaraes. Un totale di 102 milioni di euro per sfuggire alla retrocessione.

Ora, dallo 0-4 per mano del Manchester City il 12 dicembre, gli uomini di Howe non hanno conosciuto la sconfitta in Premier League. Sono state aggiunte sette partite di fila, tutte potenziate dalle ultime cinque, con le buste già elencate per la causa. 13 dei loro ultimi 15 punti li rendono, numeri alla mano, la seconda squadra più in forma dopo l’impeccabile Liverpool (15 su 15). Se la salvezza era prima di cinque punti, ora hanno un cuscino di quattro punti sull’inferno. Una partita in meno di Burnley, sì, ma con il vento a favore. E che Guimaraes, chiamato a dirigere la sala macchine, si rivela per il momento una narrazione

READ  Piero Hincape, crocifisso al ritorno con il Bayer Leverkusen dopo essere stato interrotto dal COVID-19 | Ecuadoriani all'estero | Gli sport