Febbraio 8, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Messi e Mbappe hanno dato il punteggio perfetto ai Mondiali in Qatar

Nel calcio i soldi possono comprare molte cose.

Ad esempio, la Coppa del Mondo. E per i migliori calciatori del mondo. Puoi riunirli in un unico pacchetto senza soluzione di continuità e consegnarli a un pubblico globale di milioni di persone.

Il potere del denaro è stato dimostrato domenica nella città del Qatar di Lusail, quando l’Argentina ha battuto la Francia 4-2 ai rigori diventando campione del mondo per la terza volta nella storia e regalando a Lionel Messi l’unico trofeo che deve ancora mancare nella sua carriera. .

Tra i risultati più entusiasmanti nei 92 anni di storia del torneo c’è stato un pareggio per 3-3 dopo i tempi supplementari, oltre a una doppietta di Messi e una tripletta di Mbappé.

“È stato pazzesco, ma abbiamo meritato di vincere”, ha detto il tecnico argentino Lionel Scaloni. “So che è solo una partita di calcio, è la Coppa del Mondo, non va oltre il calcio, ma per noi è qualcosa di più di questo. Lascia che festeggiano, divertiti”.

Il finale non è stato un brutto risultato per il Qatar, che ha speso circa 200.000 milioni di dollari per realizzare l’evento più importante del mondo del calcio.

Centinaia di milioni in più sono stati spesi per reclutare Messi e Mbappé nel club del Qatar Paris Saint-Germain.

E qui, al più alto palcoscenico sportivo, c’era la conclusione perfetta di questo emirato ricco di gas e petrolio.

Su una piattaforma improvvisata al centro del campo, l’emiro del Qatar, lo sceicco Tamib bin Hamad Al Thani, ha regalato a Messi una giacca da cerimonia da indossare sopra quella argentina per adempiere alla tradizione di alzare la Coppa dei Campioni.

Messi trasudava orgoglio mentre baciava il trofeo d’oro puro. Ma anche il padrone di casa ha tanti motivi per ritenersi vincente, dopo un torneo che sembra dimostrare l’efficacia delle tattiche di utilizzo dello sport per migliorare l’immagine di un Paese.

READ  MLB: Playoff MLB 2022 In questo momento: si giocano anche la postseason, gli annunci e le partite della Major League

Dopo le critiche diffuse sulla sua situazione dei diritti umani e sul trattamento riservato ai lavoratori migranti prima del torneo, l’attenzione si è rivolta al calcio con il progredire della Coppa del mondo. Domenica, in finale, la missione di Messi ha dominato la narrazione per emulare Diego Maradona nel portare il suo paese alla corona.

Un sottotema era la candidatura della Francia a essere la prima squadra a mantenere il titolo di Coppa del Mondo dopo Brasile e Pelé nel 1958-62.

“Era sempre inevitabile che la conversazione si spostasse sul calcio una volta iniziato il torneo, ma le domande sui diritti umani non sono mai scomparse e continueranno a comparire dopo il torneo”, ha dichiarato Steve Cockburn, responsabile della giustizia sociale ed economica di Amnesty International. , parlando all’Associated Press.

L’organizzazione per i diritti umani osserva che migliaia di lavoratori migranti sono morti “improvvisamente e inaspettatamente” in Qatar negli ultimi dieci anni.

Hassan Al-Thawadi, segretario generale del Comitato supremo del Qatar per la conformità e l’eredità della Coppa del mondo, ha dichiarato il mese scorso che tra le 400 e le 500 persone sono morte durante i lavori di costruzione del torneo.

Il comitato ha successivamente chiarito che si riferiva ai decessi sul lavoro tra il 2014 e il 2020, non specificamente ai cantieri della Coppa del Mondo.

La FIFA è sotto pressione per fornire risposte sulla proposta di istituire un fondo di compensazione per colpire le persone colpite e per istituire un centro per i lavoratori migranti a Doha.

I progressi su questi temi non sono chiari.

“Il Qatar vuole essere un hub per eventi sportivi e culturali globali, e quindi dovresti sapere che l’interesse continuerà”, ha affermato Cockburn. “Ospitare la Coppa del Mondo ha attirato maggiore attenzione sul trattamento dei lavoratori migranti in Qatar e nel resto degli stati del Golfo Persico”.

READ  Il cubano Randy Arrosarina è uno dei 30 giocatori che hanno raggiunto lo stipendio massimo arbitrale

Sono state inoltre sollevate preoccupazioni sulla sicurezza dei fan LGBTQ+ prima del torneo, data la criminalizzazione dell’omosessualità in Qatar.

I leader di sette paesi europei, tra cui Inghilterra e Germania, hanno pianificato di indossare bracciali multicolori decorati con la frase “One Love” per promuovere l’inclusione e la diversità. Alla fine hanno ceduto, quando la FIFA ha minacciato di rimproverare i giocatori coinvolti, ritenendo contrario al loro regolamento protestare.

Non è noto se la decisione della commissione sia stata presa sotto la pressione del governo del Qatar, ma ha aggiunto alla percezione che il paese islamico conservatore abbia assunto una posizione intransigente come ospite della Coppa del Mondo.

C’era anche il divieto di vendita di birra negli stadi due giorni prima dell’inizio del torneo. La decisione ha violato una promessa fatta a se stesso per ottenere il seggio.

I critici affermano che il Qatar ha cercato di utilizzare lo sport per sbiancare la propria immagine.

Il calcio ha già contribuito a molte grandi storie durante questa Coppa del Mondo.

L’Arabia Saudita ha segnato uno dei più grandi sconvolgimenti nei 92 anni di storia del torneo, battendo l’Argentina nella sua prima partita del girone.

Il Marocco è diventato il primo paese africano a raggiungere le semifinali, rendendo orgoglioso il mondo arabo.

“Il calcio per me fa sognare le persone, soprattutto i bambini”, ha detto l’allenatore marocchino Walid Rekragui. “In Marocco e in Africa, abbiamo mantenuto vivi questi sogni”.

Forse prevedibilmente, il presidente della FIFA Gianni Infantino ha dichiarato: “È stata la migliore Coppa del mondo della storia”.

Tuttavia, non è stato l’unico a parlare in termini entusiastici.

David Dean, capo internazionale delle competizioni fallite dell’Inghilterra per ospitare i Mondiali 2018 e 22, che ha assistito a più di 50 partite durante il torneo ed è fiducioso che l’esperienza ispirerà un vero cambiamento in Qatar.

READ  Mingueza sa già che deve trovare una squadra

Ha aggiunto: “Hanno avuto una mentalità molto aperta e penso che il Qatar ne trarrà beneficio, spero, andando avanti. Questa sarà una grande eredità per loro”.

È certamente facile rendersi conto del vantaggio immediato.

Il Qatar ora ha un legame indelebile con Messi, che è stato finalmente incoronato qui e che ha cementato le sue argomentazioni per essere il miglior calciatore della storia.

“Ci è voluto molto tempo, ma eccolo qui. Ovviamente volevo continuare la mia carriera con questo. Non posso chiedere di più”.

All’età di 35 anni, Messi è stato il protagonista di quella che probabilmente è stata la sua ultima Coppa del Mondo. E la storia è diventata più avvincente con ogni vittoria, ogni gol e ogni assist che hanno dato un’occhiata alla qualità che ha fornito più regolarmente durante i suoi anni migliori.

Un altro elemento della partita avvincente è stato il fatto che la finale ha portato un duello personale tra Messi e il suo compagno di squadra del PSG Mbappe.

Mbappe è l’erede naturale di Messi e Cristiano Ronaldo come prossima stella del calcio, segnando la sua prima tripletta in una finale di Coppa del Mondo in 56 anni.

È stato anche il capocannoniere del torneo con otto gol, assicurando che uno degli altri grandi investimenti del Qatar sia salito sul podio per aggiudicarsi il trofeo nell’ultima giornata.

Ma il fermo immagine della Coppa del Mondo è stato uno dei più grandi della storia, nelle vesti del Qatar, e ha issato il più grande premio nello sport.

___

James Robson è su Twitter all’indirizzo https://twitter.com/jamesalanrobson