Febbraio 21, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Messi esclude il Barcellona e tende verso l’Inter Miami  gli sport

Messi esclude il Barcellona e tende verso l’Inter Miami gli sport

Leo Messi andrà a metà strada non appena diventerà free agent dopo la scadenza del suo contratto con il Paris Saint-Germain il 30 giugno: scommetterà sull’opzione famiglia all’Inter Miami prima dei soldi dall’Arabia Saudita o per amore dei colori del Barcellona. Nonostante il desiderio dei dieci fosse quello di tornare al Barcellona, ​​​​​​la situazione economica critica del Barcellona impedisce la stesura di un contratto che rispetti le richieste della lega, ed è lo stesso problema che ha già causato la sua partenza in 2021.

Lui tempismo Dal giocatore che non corrispondeva all’entità: Messi voleva una risposta immediata, e il Barcellona chiedeva tempo per adeguare il suo blocco salariale e rispettare il piano di fattibilità firmato con la Lega. Sia il calciatore che l’establishment si sono praticamente arresi dopo che il giocatore aveva già comunicato al Barcellona che non sarebbe tornato nonostante l’interessamento del presidente Joan Laporta e soprattutto dell’allenatore Xavi Hernandez.

Nelle ultime ore lo spogliatoio del Barcellona è stato turbolento. ha chiesto un membro della squadra del Barcellona in spedizione in Giappone, dove la squadra ha giocato un’amichevole contro l’Iniesta Vissel Kobe (0-2). C’erano altri che stavano guardando Twitch. C’erano anche i più classici, se vogliamo, che seguivano avidamente le informazioni su Twitter. Le aspettative dei giocatori del Barcellona sono crollate mercoledì pomeriggio. Come confermato da fonti dell’FC Barcelona, ​​​​Messi non tornerà al Barcellona e continuerà sicuramente la sua carriera negli Stati Uniti, informazioni rivelate dal giornalista Miguel Rico.

In questo modo il capitano argentino ha ignorato l’allettante offerta dell’Arabia – 400 milioni a stagione – per accettare l’offerta dell’Inter, che comprende, secondo The Athletic, una percentuale del suo incasso. Passaggio MLSPacchetto di trasmissione televisiva – L’American League ha firmato un contratto di 10 stagioni con Apple per $ 2.500 milioni, oltre a una quota dei profitti di Adidas, che sponsorizza sia MLS che l’argentino. In più, e sempre secondo il portale americano, la possibilità di acquistare una squadra al suo ritiro, come avevano concordato a suo tempo con David Beckham. Poi inizia il sogno americano per l’argentino. Un sogno accorso a Messi. Era suo desiderio continuare la sua carriera in Europa.

READ  Guarda in diretta Red Bull Neymar Jr's Five: 64 squadre... e solo una affronterà il brasiliano

Prima del Mondiale in Qatar, l’uomo di Rosario aveva raggiunto un accordo preliminare per prolungare di un’altra stagione il suo contratto con il Paris Saint-Germain. A febbraio, però, dopo il primo incontro tra Jorge Messi, procuratore e padre del giocatore, e Luis Campos, direttore sportivo della squadra parigina, tutto si è calmato. Il direttore esecutivo della nazionale francese non ha saputo rispondere alla domanda di Messi: qual è il progetto sportivo? In quel momento è apparso il Barcellona, ​​in particolare Xavi. A quel punto, Laporta aveva fatto solo un piccolo avvicinamento a Jorge: un incontro di mezz’ora in un hotel in cui, secondo entrambe le parti, si discuteva solo di un possibile tributo. E niente di più. Messi sperava, secondo chi lo conosce, di tornare al Barcellona. Si scopre che nell’entità del Barcellona l’unica persona entusiasta del ritorno dei 10 era Laporta.

“Dobbiamo prima registrare tutti i giocatori che dobbiamo registrare”, hanno detto, all’epoca, sul campo sportivo. Altre fonti dell’amministrazione sportiva, più scettiche sul ritorno di Messi, sono state giudicate: “Come si può iniziare a parlare di acquisti come Leo, con tutti i movimenti che comportano, sia da correttezza Come usciranno i giocatori ad aprile? Avrebbe dovuto essere fatto molto prima “. Il tempo passava e Messi non riceveva ancora un’offerta dal club. Poi, a metà maggio, il ragazzo di Rosario ha iniziato ad allontanarsi emotivamente dal Barcellona. E uno dei veterani del Barcellona si chiedeva lo spogliatoio: “Se no possono tesserarlo nel 2021, quando non dovrebbero esserci problemi con la Liga, quindi come faranno adesso in presenza di una vertenza aperta?”

E la pressione mediatica di Xavi, che ha aumentato la preoccupazione dello spogliatoio per il numero di uscite da produrre per aprirgli la porta, ha aumentato l’allontanamento di Messi dal Barcellona. “Stiamo aspettando che Xavi ci parli per vedere se dobbiamo cercare la vita. Ma non l’ha fatto”, conferma uno dei giocatori, che ha lasciato intendere di lasciare il Barcellona nel prossimo mercato. Jorge Messi è stato giudicato nella sua ultima apparizione pubblica dicendo: “Leo è malato e mentalmente esausto”. Il padre del giocatore ha tentato un ultimo riavvicinamento con Laporta. Non ha funzionato. E fonti del Barcellona hanno affermato che il club ha fatto un’offerta per il giocatore. Un detto che non corrisponde alla versione ambiente del calciatore: “Non era un’offerta ufficiale”. L’incontro tra il presidente e l’agente del giocatore è durato appena mezz’ora. Non c’era possibilità di tornare indietro. Il futuro di Messi si stava decisamente allontanando dal Camp Nou.

READ  UEFA Champions League: Manchester United vs Atalanta: programma e come vedere la partita di Champions League in diretta oggi in TV

Puoi seguire EL PAÍS Sports su Facebook E Cinguettiooppure registrati qui per ricevere Notiziario settimanale.